Armato di coltello e spray urticante, tenta furto tra i padiglioni del Sant'Orsola

Bloccato dagli uomini dell'Arma un 26enne

Tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di armi o strumenti atti ad offendere. Di questo dovrà rispondere un 26enne tunisino arrestato  dai carabinieri. E’ successo questa mattina al Policlinico S.Orsola-Maplighi, quando la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Bologna è stata informata che una persona sospetta si stava aggirando tra i padiglioni della struttura, già bersaglio di ladri specializzati in furti di computer, smartphone e tablet ai danni del personale sanitario e dei pazienti.

Il 26enne, senza fissa dimora e con precedenti all'attivo, non è riuscito a portare a termine un colpo ai danni del padiglione 13 che ospita la Pediatria d’Urgenza, il Pronto Soccorso Pediatrico e Osservazione Breve Intensiva-Lanari.

Grazie alla collaborazione tra il personale sanitario, gli addetti alla sicurezza e la Centrale Operativa del 112, il giovane,  che ha tentato la fuga,  è stato bloccato. In suo possesso sono stati trovati un grosso coltello a serramanico e una bomboletta di spray urticante. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il giovane ladro è stato trattenuto dai Carabinieri, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

Torna su
BolognaToday è in caricamento