rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Furti nei parcheggi dei supermercati, donne e anziani nel mirino: 6 arresti| VIDEO

Una delle vittime aveva 94 anni. Nelle abitazioni degli indagati, tutti legati da vincoli di parentela o amicizia, sono state trovate 100 borse. Al momento il bottino stimato è di 35mila euro. Al vertice della banda una donna

20 "colpi", 35mila euro di prelievoi e 100 borse trovate nelle abitazioni e nelle cantine degli indagati. E' quanto hanno trovato gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Bologna e del commissariato “Bolognina Pontevecchio” che questa mattina hanno eseguito 7 misure cautelari, di cui 5 custodie cautelari in carcere, una misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, nei confronti di 6 cittadini italiani e di un cittadino marocchino, tre donne e quattro uomini, indiziati di associazione a delinquere.

Dovranno rispondere del reato di furti aggravati e indebito utilizzo di carte di pagamento, commessi dalla metà del 2019 alla fine del 2021, nei parcheggi dei supermercati o centri commerciali prendendo di mira soprattutto persone anziane e sole. Una delle vittime aveva 94 anni. 

"Grande soddisfazione per questa operazione - ha detto nel corso della conferenza stampa odierna il vice questore aggiunto, Natalia Riga - si tratta di persone con precedenti per reati contro il patrimonio e ricettazione che potevano disporre anche di diverse auto. In un caso è stata contestata la rapina poichè una vittima ho opposto resistenza e ha riportato lesioni. Bisgona fare molta attenzione - continua Riga - non lasciare mai incustodita la borsa, non dare confidenza alle persone che si avvicinano con un pretesto, non lasciare le borse nel cestino della bicicletta, davanti a una azione repentina poco è possibile fare soprattutto da parte di persone di una certa età". 

Lo spunto d'indagine

La polizia e il pm Flavio Lazzarini hanno aperto il fascicolo dopo la segnalazione di un cittadino che aveva assistito a un episodio quanto meno singolare: una borsa lanciata da un'auto in corsa che stava percorrendo via Virginia Marini, nel quartiere San Donato. Incrociando quindi le singole denunce di furto da parte di persone derubate nei parcheggi dei supermercati, gli agenti hanno predisposto l'analisi dei tabulati telefonici, le intercettazioni e hanno visionato le telecamere di sorveglianza, riscontrando una certa "serialità" nei furti messi a segno da un gruppo di persone che seguivano uno schema collaudato". 

I soggetti, infatti, individuavano le vittime, persone anziane e di sesso femminile, sole alla guida e nei pressi o all’interno dei parcheggi dei supermercati e dei centri commerciali dell’area bolognese, le distraevano con falsi pretesti mentre stavano riponendo la spesa all’interno delle auto, poi un complice velocemente sottraeva la borsa. Subito dopo essere entrati in possesso della borsa delle vittime, il gruppo, effettuava subito dei prelievi o pagamenti con le carte di credito rubate: Si nota quindi "l'astuzia nel riuscire a guadagnare quanti più soldi possibile e in breve tempo" ha detto ai cronisti il commissario capo Giuseppe Paglia. Nel corso delle perquisizioni infatti sono stati rinvenuti smartphone di ultima generazione e anche un TV, acquistati con le carte sottratte, oltre a un centinaio di borse tra le abitazioni e le cantine degli indagati, tutti legati da vincoli di parentela o amicizia e tutti residenti nel bolognese, dai 25 ai 50 anni. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nei parcheggi dei supermercati, donne e anziani nel mirino: 6 arresti| VIDEO

BolognaToday è in caricamento