Serie di furti, rapine ed estorsioni in città: arresti della Squadra Mobile

"Gli indagati nel corso di tutta l’attività e del periodo in cui venivano monitorati, hanno dimostrato di avere un’elevata disponibilità di automobili e veicoli utilizzati per commettere i reati"

La Polizia ha arrestato tre giovani di 24, 26 e 30 anni, nati a Bologna, nel corso dell'operazione “Marlboro Gold” della Squadra Mobile. La misura cautelare in carcere è stata disposta dal GIP di Bologna Dott.ssa Oggioni, su richiesta del pm titolare delle indagini, Flavio Lazzarini. Un quarto indagato, anch’egli destinatario della custodia in carcer, è ricercato. 

L’attività di indagine, che ha coinvolto in totale 16 indagati, ha avuto inizio da furti aggravati ai danni di tabaccai, negozi, rivendite di automobili e officine, tutte a Bologna, da parte di un gruppo di persone di etnia rom.

Furto in tabaccheria alla Bolognina, oltre 30 mila euro di bottino

15 gli episodi contestati, tra cui i furti di tabacchi su auto, furto di tabacchi presso rivendite, furti in aziende meccaniche e commerciali, a bordo auto, ricettazioni, estorsioni e rapine. L’operazione, condotta dai poliziotti della IV Sezione – Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile, ha portato all’identificazione complessiva di 16 persone, dei quali 14 di etnia rom, responsabili, secondo gli inquirenti, dei reati tra il mese di giugno e di dicembre del 2018. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell’attività di indagine sono stati anche eseguiti tre arresti in flagranza di reato e un ordine di carcerazione. In un’occasione, è stato possibile recuperare anche la refurtiva, ovvero 1.240 pacchi di sigarette per un valore di circa 9.000 euro.
"Gli indagati nel corso di tutta l’attività e del periodo in cui venivano monitorati, hanno dimostrato di avere un’elevata disponibilità di automobili e veicoli utilizzati per commettere i reati, che sono stati nelle varie occasioni recuperati o sequestrati dalla Polizia di Stato", fanno sapere dalla questura. I tre individuati dalla Squadra Mobile sono in carcere alla Dozza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • E' nata la figlia di Gianluca Vacchi: ecco come si chiama. Tenera foto sui social

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento