rotate-mobile
Cronaca Bazzano

Furto in caseificio: 40 forme di Parmigiano recuperate e 2 ammanettati

L'indagine, partita da una BMW rubata, ha portato all'arresto di due uomini con precedenti e al recupero con restituzione di una refurtiva da 20 mila euro

Quaranta forme di Parmigiano Reggiano biologico recuperate e due arresti.  Ieri mattina, i Carabinieri  hanno ammanettato due uomini di origine moldava (un 35enne di San Lazzaro di Savena e un 37enne senza fissa dimora) per furto aggravato in concorso, ricettazione, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.  

INDAGINI PARTITE DA UN'AUTO RUBATA. Mercoledì pomeriggio,  durante un servizio di controllo del territorio nei pressi di Bazzano, i Carabinieri della Stazione di Anzola dell’Emilia avevano intercettato una BMW X3, risultata rubata lo scorso novembre a un cittadino di Soliera: i militari hanno attivato un servizio di appostamento per monitorare gli eventuali spostamenti del fuoristrada e identificare i responsabili. In serata l'auto, con due persone a bordo, si è diretta verso una località del Comune di Castelfranco Emilia, fermandosi davanti a un caseificio  in via Baracca.

LA SORPRESA: 20 MILA EURO DI FORMAGGIO. Insieme a un furgone Opel bianco gli uomini si sono diretti a Bazzano dove, giunti in prossimità di uno svincolo, si sono separati: i Carabinieri sono poi passati all'azione e dopo lo stop c'è stato anche un tentativo di fuga e due dei quattro sono riusciti a far perdere le tracce. All’interno del veicolo quaranta forme di Parmigiano Reggiano biologico del valore di 20.000 euro, precedentemente asportate al Caseificio Reggiani Roberto di via Baracca a Castelfranco Emilia. La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

DUE MALVIVENTI  IN CELLA, DUE IN FUGA. I due moldavi finiti in manette sono gravati da numerosi precedenti penali e di polizia contro il patrimonio. Al termine degli atti, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Bologna, sono stati tradotti alla casa circondariale della Dozza. Dopo la colluttazione con i due pregiudicati, un Maresciallo dei Carabinieri è ricorso alle cure mediche presso il Pronto Soccorso di San Giovanni in Persiceto, dove è stato medicato e rilasciato con una prognosi di cinque giorni. Sono in corso le indagini per identificare e individuare i malviventi che sono riusciti a fuggire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto in caseificio: 40 forme di Parmigiano recuperate e 2 ammanettati

BolognaToday è in caricamento