rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Anzola dell'Emilia

Anzola dell’Emilia, "ruba" 30 mila euro di energia elettrica: arrestato 60enne

Il titolare di un'attività commerciale da mesi aveva applicato un magnete al neodimio nel contatore provocando il malfunzionamento della potenza erogata

I Carabinieri di Borgo Panigale hanno arrestato un 60enne di origini calabresi, ma residente ad Anzola Emilia, per il furto di corrente elettrica. Gli agenti infatti hanno accertato che l’uomo, titolare di un’attività commerciale, da alcuni mesi aveva applicato un magnete al neodimio nel contatore che eroga l’energia elettrica, provocando il malfunzionamento della potenza erogata.

Dagli accertamenti compiuti dalla società Enel Distribuzioni, emergeva che tale dispositivo permetteva di sottrarre circa il 90% del consumo effettivo di energia elettrica, il cui danno, coperto da assicurazione veniva quantificato in 30mila euro. L’uomo veniva condotto nella mattinata del 2, dinanzi al Tribunale monocratico per essere giudicato con rito direttissimo, e all’esito dell’udienza il Giudice dopo aver convalidato l’arresto, rinviava il processo, avendo richiesto il legale del 60enne i termini a difesa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anzola dell’Emilia, "ruba" 30 mila euro di energia elettrica: arrestato 60enne

BolognaToday è in caricamento