Shopping con le carte rubate, il furto nel parcheggio di Fico

Tutto si è consumato nella periferia di San Donato, vittima una famiglia. Arrestati in tre

Hanno cercato di spendere quanto più possibile con le carte appena sottratte, ma la cosa è durata poco. Furto nei parcheggi del parco contadino Fico, dove a essere vittima è stata una famigia, di ritorno dagli acquisti.

E' successo tutto nel primo pomeriggio di ieri, quando i carabinieri ricevono una chiamata: a parlare è una componente della famiglia appena derubata. Tornati dagli acquisti al parco contadino, dall'auto parcheggiata erano spariti i bagagli, quattro valigie e due zaini. Nel frattempo però ai cellulari delle vittime stavano arrivando delle notifiche di avvenuta spesa -attraverso il meccanismo del contactless- con un bancomat e una carta di credito, proprio quelli contenuti nei bagagli rubati.

I militari hanno quindi passato al setaccio i negozi del vicino centro commerciale Meraville: in base al riscontro di diversi negozianti alla fine si è arrivati agli autori degli acquisti, due donne che appena hanno visto le divise si sono allontanate alla spicciolata. La fuga è durata poco: i carabinieri hanno fermato un camper in sosta nei pressi del mall: dentro, oltre al conducente compagno di una delle sospettate e dei loro figli, anche parte della refurtiva. In tutto, con le carte sottratte, sarebbero stati effettuati una decina di pagamenti.

Alla fine sono stati arrestati in tre, tutti cittadini bosniaci di 23, 24 e 27 anni. Le accuse sono di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grosso incendio a Casalecchio, palazzo a fuoco: aria irrespirabile, residenti barricati in casa

  • 130 kg di droga sequestrati, raffica di arresti: base logistica a Castel Maggiore

  • Bolognina, chuso forno in via Tibaldi

  • Cisterna di ossigeno in avaria, perdita di gasolio in A14: traffico bloccato e vigili del fuoco sul posto

  • Investimento mortale sulla Bologna-Verona, circolazione treni sospesa

  • Bambini "schedati" a Pianoro, la Lega: "Dati sensibili alla mercé di tutti"

Torna su
BolognaToday è in caricamento