Via Oberdan, furto con spaccata: "E' la terza volta. Temiamo ci chiedano il pizzo"

Hanno alzato la saracinesca, rotto il vetro e rubato merce e denaro per oltre 5 mila euro. I titolari del negozio "Otto b" denunciano il terzo colpo in tre mesi: "Ci sentiamo poco protetti"

Grucce e scaffali vuoti, vetrine svuotate e un ammanco di circa 5 mila euro più il fondo cassa. Un brutto lunedì per i titolari del negozio di abbigliamento e pelletteria di via Oberdan "Otto b", che per la terza volta in pochi mesi vengono presi di mira dai ladri. Quando questa mattina la titolare della boutique ha sollevato la serranda infatti, l'amara scoperta: un grosso foro del vetro dell'ingresso e praticamente tutta la merce che fino a ieri era esposta, ora non c'è più. 

E' il marito della titolare, Luciano Fusco, a spiegare che questo è già il terzo colpo subito in tre mesi: "Il primo furto lo abbiamo subito il 30 settembre. Il secondo il 4 novembre e adesso questo colpo: stavolta non si sono limitati a svuotare le vetrine, ma sono entrati nel negozio e hanno portato via i 350 euro che erano nella cassa e merce per il valore di circa cinquemila euro". I ladri hanno sollevato la saracinesca, hanno spaccato il vetro della porta e da quel buco sarebbero entrati per poi passare all'esterno scarpe, giacche di pelle, borse e pelletteria varia per poi riabbassare la serranda. Sul gradino dell'ingresso i proprietari hanno trovato una giacchetta di plastica che potrebbe essere stata utile per non tagliarsi passando attraverso il foro. 

"Abbiamo aperto da un anno - continua Fusco - e siamo già scoraggiati. Questo ci sembra un accanimento e non ci stupiremmo se a un certo punto ci chiedessero di pagare il pizzo. E' vero che ci sono stati altri episodi in questa via (la Profumeria Bonfiglioli ndr), ma è chiaro che l'obiettivo fosse proprio il nostro negozio, non ci sono dubbi che abbiano scelto a caso". 

Questa mattina sul luogo anche la Polizia Scientifica, che ha rilevato le impronte e altri elementi utili alle indagini: "C'è una telecamera qui di fronte, ma non sappiamo se nel suo raggio rientri anche il nostro negozio. Temiamo poi che sia stata girata a dovere. Sicuramente a questo punto pensiamo di dotare il negozio di un allarme e di altri sistemi di sicurezza, ci sentiamo indifesi e la notte questa via è sempre deserta: non ci stupisce che non ci siano testimoni" ha infine detto Fusco, che pensa che i ladri siano sempre gli stessi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento