Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Casalecchio: in palestra per allenarsi e rubare negli spogliatoi, arrestato

I Carabinieri si sono segnati il numero seriale di una banconota da 500 euro, l'hanno sistemata all'interno di un armadietto e hanno atteso l'arrivo del presunto colpevole

I Carabinieri di Casalecchio di Reno hanno arrestato un 37enne di Monte San Pietro per furto aggravato. L’arresto al termine di un’indagine iniziata qualche giorno fa, quando erano venuti a conoscenza di una serie di furti commessi all’interno degli spogliatoi maschili di una palestra di Casalecchio.

APPOSTAMENTO. I Carabinieri, fingendosi frequentatori del centro sportivo, hanno approfondito le indagini e sono venuti a conoscenza che il 37enne poteva essere il responsabile dei reati. Alle ore 12:30 circa di ieri, gli investigatori dell’Arma si sono segnati il numero seriale di una banconota da 500 euro, l’hanno sistemata all’interno di un armadietto e hanno atteso l’arrivo del presunto colpevole. Dopo una ventina di minuti, il 37enne, vestito con abiti sportivi e un borsone a tracolla, è stato visto entrare in palestra da un maresciallo che si era posizionato al bancone del bar e faceva finta di bere un caffè. Un altro Carabiniere, si era collocato nella sala pesi. Qualche istante dopo, il malvivente, guardandosi più volte attorno, è entrato negli spogliatoi, dove è rimasto una decina di minuti e quando è uscito si è diretto verso il parcheggio della palestra, dove è salito a bordo di un auto e si è allontanato, senza rendersi conto che altri Carabinieri lo stavano seguendo a bordo di un auto civile.

L'ARRESTO. Quando i due militari che si trovavano all’interno della struttura sportiva hanno verificato che la banconota era stata asportata, gli altri Carabinieri hanno raggiunto il 37enne all’interno della sua abitazione e lo hanno arrestato. L’uomo ha ammesso le proprie responsabilità e ha restituito la banconota. Questa mattina, i Carabinieri lo hanno accompagnato presso le aule giudiziarie di via Farini per la celebrazione del rito direttissimo. 

Nel 2009, il 37enne era stato iscritto nel registro degli indagati (L 376/2000 art. 9 e art. 648 c.p.) a seguito di un’indagine condotta dai Carabinieri del NAS di Bologna che avevano eseguito 12 ordinanze di custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari, 6 misure cautelari, il sequestro di una palestra e di un negozio di integratori alimentari e 88 perquisizioni domiciliari a carico dei componenti di un’associazione per delinquere dedita al traffico internazionale di sostanze dopanti destinate agli atleti e frequentatori di palestre. L’operazione comprendeva varie province dell’Emilia Romagna, della Campania e della Sardegna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casalecchio: in palestra per allenarsi e rubare negli spogliatoi, arrestato

BolognaToday è in caricamento