Furto alle poste di Granarolo, ma il colpo sfuma

Fatale per i ladri l'innesco dell'antifurto

Notte movimentata quella tra il 4 e il 5 febbario a Granarolo, dove i carabinieri hanno messo in fuga una coppia di ladri alle poste di via Brenti. I due soggetti, con il volto travisato e un piede di porco in mano, sono stati visti fuggire all'arrivo dei militari del nucleo radiomobile di San Lazzaro e Castenaso.

Fatale per i ladri l'antifurto, probabilmente scattato quando i malviventi hanno cercato di forzare il postamat collocato all'esterno dell'ufficio. A parte qualche danno esterno, il colpo non ha sortito gli effetti sperati e dal distributore di banconote non è stato trafugato nulla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri ora stanno avviando le indagini per cercare di risalire alle identità dei due soggetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

  • Gianluca Vacchi firma una cashback card: oltre ai benefit, c'è anche un progetto benefico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento