rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Crespellano / SP569 Nuova Bazzanese

Crespellano, ladro di trattori cerca di farla franca: nel mirino le aziende agricole di zona

Aveva caricato il mezzo agricolo su un autocarro e aveva cercato di nasconderlo con dei mobili vecchi. I Carabinieri stavano già indagando su alcuni furti in zona

I Carabinieri della Compagnia di Borgo Panigale hanno arrestato un 31enne di origini albanesi, senza fissa dimora, accusato di ricettazione di mezzo agricolo. Il risultato è stato ottenuto a seguito di una serie coordinata di attività, convenute anche in occasione di un incontro in Prefettura cui avevano partecipato, oltre alle Forze di Polizia, anche i rappresentanti di categoria della Coldiretti, per analizzare il tema dei furti in danno delle aziende agricole della provincia (e in particolare della zona della Valsamoggia).

Lunedì notte, i militari stavano ispezionando un’area di Crespellano adiacente alla Strada Provinciale “Nuova Bazzanese”, alla ricerca di veicoli in transito da controllare. Il 31enne è finito in manette poiché tentava di dileguarsi alla guida di un autocarro con targa albanese, non risultato rubato, che trasportava un trattore asportato domenica scorsa in una ditta di Castello di Serravalle (BO).

Il mezzo agricolo era nascosto nel cassone del veicolo, dietro a una catasta di vecchi mobili. Perlustrando l’area, gli inquirenti hanno individuato anche un altro trattore, nascosto nei pressi di un casolare abbandonato, di cui il titolare di un terreno di Crespellano aveva denunciato il furto il sabato precedente.

La refurtiva, del valore complessivo di 60.000 euro, è stata restituita ai legittimi proprietari e l’albanese, gravato da numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, gli stupefacenti e l’immigrazione clandestina, è stato tradotto in carcere in attesa della convalida del fermo, atto che è stato convalidato ieri mattina durante l’interrogatorio di garanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crespellano, ladro di trattori cerca di farla franca: nel mirino le aziende agricole di zona

BolognaToday è in caricamento