Cronaca Centro Storico / Piazza Galvani

Furto con spaccata da Zanarini: un arresto

La Polizia, al termine di un'attività di indagine durata 48 ore, ha arrestato l'autore del colpo: un cittadino marocchino di 33 anni. L'uomo ha agito insieme ad un complice, non ancora identificata

E' stato individuato dalla Polizia l’autore del furto con spaccata ai danni dello storico Bar Zanarini di Piazza Galvani. Si tratta di un cittadino marocchino di 33 anni, R.A.J. Soggetto già noto alle forze dell'ordine perchè assuntore di sostanze stupefacenti.

Dopo il colpo, avvenuto due giorni fa, erano state avviate le indagini, partite dalla visione delle telecamere di video-sorveglianza installate nella zona, che avevao ripreso il colpo (VIDEO: LADRI FILMATI INA ZIONE). Alla fine, "il Personale della Polizia di Stato in servizio presso la Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della locale Squadra Mobile, al termine di un’attività di indagine lampo durata 48 ore, ha individuato ed arrestato l’autore del colpo avvenuto due giorni". Così riferiscono dalla Questura.

Il fermo dell'uomo è avvenuto ieri sera in piazza Verdi. Qui lo hanno intercettato i poliziotti e tratto in arresto. Sono in corso gli accertamenti per tentare di risalire anche all'identità della donna che ha partecipato al blitz con lo straniero, il quale avrebbe riferito agli inquirenti di non conoscerla bene, ma solo di vista, perchè entrambi frequentano la zona di piazza Verdi.  

IL BLIZT NELLA NOTTE. Nottetempo il predone, insieme ad una complice (non ancora identificata dagli agenti), era riuscito a mettere a segno il furto, prosciugando il registratore di cassa (circa 1000 euro) e portando via un computerino usato per le ordinazioni.
I due soggetti avevano agito a volto scoperto - ed erano stati filmati in azione dalle telecamere  - servendosi di un tombino in ghisa avevano infranto la vetrina del locale. Dopo la spaccata lo straniero, da solo, si era introdotto all'interno del bar per saccheggiarlo. Poi i due erano spariti nel nulla.  Ad allertare la polizia erano  stati i dipendenti del locale che, giunti sul posto per aprire l'esercizio, si erano accorti della vetrata spaccata e poi dell'ammanco.

Il giorno dopo era stato trovato il registratore di cassa del bar abbandonato dietro la chiesa in piazza San Domenico.

Spaccata da Zanarini

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto con spaccata da Zanarini: un arresto
BolognaToday è in caricamento