Cronaca

Saluto fascista dopo goal al Marzabotto, Luppi non andrà al sacrario

Lo ha specificato la società in una nota. Intanto Forza Nuova getta benzina sul fuoco: 'I sacrari? Sono ben altri quelli da commemorare'

La società sportiva Futa 65 dopodomani, alle 11, si recherà al sacrario dei caduti di Marzabotto per una visita commemorativa concordata con il Comune a una settimana dal gesto di un suo calciatore che, dopo un gol, ha teso il braccio a mo' di saluto fascista ed esibito una t-shirt della Rsi, gesto per il quale è stato poi denunciato. Ma lui, non ci sarà. La stessa Futa 65, infatti, precisa che al sacrario saranno presenti la società e i calciatori della squadra, ma "in questa occasione non sarà presente il calciatore Eugenio Maria Luppi", precisa il presidente, Fabrizio Santi, in una nota. 

In mattinata intanto è il partito di estrema destra Forza nuova a rinfocolare la polemica politica, dopo quanto accaduto, prendendo sostanzialmente le difese di Luppi. "Tutte operazioni di squallido marketing della politica teso unicamente a prenotare posti in Parlamento" è il commento in una nota- che definisce le condanne e le prese di posizione dopo l'accaduto una "campagna denigratoria nei confronti del calciatore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saluto fascista dopo goal al Marzabotto, Luppi non andrà al sacrario

BolognaToday è in caricamento