Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza del Nettuno

G20 delle religioni a Bologna, messaggio di Mattarella: "Dialogo delle confessioni dona forza ai valori universali"

L'assise tra le diverse religioni ospitata in questi giorni con un fitto programma su varie tematiche. Nel giorno del'introduzione ospite anche il presidente del parlamento europeo David Sassoli

E' cominciata ieri, ma solo oggi prende ufficialmente forma lo Ifg20, comunemente definito il G20 delle religioni, nella sua edizione 2021. Nelle sale di Palazzo Re Enzo,è iniziato l'Interfaith Forum 2021, una delle più importanti iniziative collaterali al G20, con una fitta agenda di relatori e ospiti, fino al 14 settembre. L’obiettivo del G20 delle Religioni e? quello di costruire uno spazio di incontro e di dialogo, non solo fra capi religiosi, ma anche fra autorita? politiche dei paesi e delle organizzazioni internazionali, autorita? spirituali e figure intellettuali su temi e programmi di carattere e rilevanza globale.

In occasione della giornata inaugurale il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato un messaggio ai partecipanti in cui ha ricordato che “la consapevolezza di come il fattore religioso sia elemento importante nella costruzione di una società internazionale più giusta, rispettosa della dignità di ogni donna e di ogni uomo, si va sempre più radicando.Cresce, di conseguenza, anche il riconoscimento del costruttivo apporto che le diverse confessioni possono offrire alla causa della pace e alla cooperazione al raggiungimento di obiettivi che interpellano l'umanità intera, in un mosaico fecondo che attinge ai valori universali che testimoniano”.

Nell'odierna giornata inaugurale il prologo è affidato al Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, mentre ad aprire ufficialmente il Forum è la lezione del Presidente della Slovenia, Borut Pahor, il cui Paese ha la presidenza del semestre europeo; intervengono anche il Primo Ministro dello Sri Lanka, Mahinda Rajapaska, cui seguiranno i messaggi del Presidente del Congresso Ebraico Mondiale, Ronald S. Lauder, della ADG delle Nazioni Unite Amina Mohammed e del Patriarca di Mosca e di tutte le Russie.

Qui di seguito il messaggio completo del Presidente Matarella:

«L’idea di riunire, in coincidenza con il G20, studiosi, rappresentanti delle diverse fedi ed esponenti della società civile in uno specifico momento dedicato alla dimensione spirituale, costituisce una scelta lungimirante, particolarmente in una congiuntura in cui si ripresentano tentazioni di utilizzare le espressioni religiose come elemento di scontro anziché di dialogo.

La consapevolezza di come il fattore religioso sia elemento importante nella costruzione di una società internazionale più giusta, rispettosa della dignità di ogni donna e di ogni uomo, si va sempre più radicando. Cresce, di conseguenza, anche il riconoscimento del costruttivo apporto che le diverse confessioni possono offrire alla causa della pace e alla cooperazione al raggiungimento di obiettivi che interpellano l’umanità intera, in un mosaico fecondo che attinge ai valori universali che testimoniano.

Dallo sviluppo, alla tutela dei diritti fondamentali, alla promozione di un’autentica parità tra donne e uomini, alla prevenzione e alla soluzione dei conflitti, alla cura dell’ambiente e alla protezione della salute, all’accesso all’istruzione, numerosi sono gli ambiti in cui trova espressione il loro contributo al consorzio umano. L’attenzione per la dimensione spirituale suona anche riconoscimento alla accentuata presenza di leader religiosi nel dibattito pubblico sui grandi temi globali.

Si tratta di sfide di portata eccezionale, che richiedono una partecipata assunzione di responsabilità da parte delle Istituzioni e della società civile, in uno sforzo congiunto – di cui tutti dobbiamo farci carico – particolarmente nei confronti dei giovani e delle generazioni future. Il titolo del Forum, Time to heal - un tempo per sanare le ferite - invita a raccogliere valori e messaggi positivi, di cui le diverse fedi sono portatrici, per una comunanza di intenti, tanto più importante in un momento storico segnato dalla pandemia, con le sue drammatiche conseguenze.

Le religioni possono essere preziose, nel colloquio con le Istituzioni, per aspirare a un mondo migliore. Mentre mi è grato esprimere apprezzamento per l’impegno degli organizzatori del Forum Interreligioso di Bologna, rivolgo un saluto e un caloroso augurio di buon lavoro a tutti i partecipanti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

G20 delle religioni a Bologna, messaggio di Mattarella: "Dialogo delle confessioni dona forza ai valori universali"

BolognaToday è in caricamento