menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, la Garisenda mette il "busto": ancora sei mesi di cantiere

Il cantiere si allarga per consentire una nuova fase dei lavori di consolidamento del basamento

Dopo i primi risultati delle indagini e dei rilievi decisi dal Comitato scientifico per la conservazione della torre Garisenda, nominato un anno fa dal Sindaco Virginio Merola, il cantiere attorno alla "torre più bassa" si allarga,  comprendendo l’area pedonale limitrofa (eccetto la torre degli Asinelli e la statua di San Petronio).

Partono dunque i lavori di questa prima fase, approvati dalla Soprintendenza, dureranno sei mesi e consistono nell’avvio del consolidamento del basamento della Garisenda per alzare i margini di sicurezza che si sono ridotti nel tempo a causa dell'età della torre e del deterioramento dell’apparato murario.

Torre Garisenda, il Comune: 'Base degradata, via ai controlli'' 

I lavori cominceranno con l’applicazione attorno al basamento di una cintura che funzionerà come un “busto” in modo da comprimere e rendere così più solido il nucleo ai piedi della torre. L’intervento proseguirà poi con delle iniezioni di malta all’interno del basamento per renderlo ancora più stabile e robusto. Nel corso dei lavori verrà inoltre ampliata la strumentazione per ottenere un monitoraggio sempre più dettagliato e studiare così i cambiamenti del comportamento della torre durante il consolidamento.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Superenalotto, la dea bendata bacia Vergato: centrato un '5'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento