menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

100 mici trovano casa: ecco il nuovo gattile di San Lazzaro

Presto anche il cimitero degli animali. Il sindaco: "Un atto di amore che si moltiplica”

Taglio del nastro per Il nuovo gattile comunale di San Lazzaro: un’oasi felina sorta in via Maestri del Lavoro, alla Cicogna, dove hanno trovato rifugio un centinaio di gatti. La struttura è stata assegnata con un recente bando di due anni (prorogabili di uno) all’associazione La Compagnia degli Animali, che si è occupata del gattile anche negli anni scorsi,, quando la struttura si trovava nel comparto di via Speranza. 

Il nuovo gattile si estende su  2.400 metri quadrati di terra, ed è, attrezzata con 6 casette di legno, di cui 3 dedicate ai gatti affetti da FIV e FELV, più un piccolo rifugio per i cuccioli.La struttura è dotata anche di cucina, infermeria, servizi igienici con spogliatoio e di un magazzino. Uno spazio che  può ospitare fino a 100 gatti, più un 10% in caso di emergenza.

A tagliare il nastro del gattile, assieme ai cittadini e alle associazioni animalista del territorio, il sindaco di San Lazzaro Isabella Conti: “Sono felice e orgogliosa di poter finalmente inaugurare questa oasi felina, che è già diventata la casa di un centinaio di gatti nonché punto di riferimento per quanti vogliono dare una nuova vita a questi animali. Il nuovo gattile comunale, accanto ai quasi 5.000 metri quadrati di nuove aree di sgambamento per cani, è il risultato del lavoro fatto da questa Amministrazione nel rendere San Lazzaro una città ospitale anche per gli animali da compagnia, che aumentano di anno in anno. Per questo stiamo studiando anche un percorso ad hoc di incontri e corsi obbligatori per futuri padroni sulla corretta gestione degli animali (in particolare cani) in città: dalla raccolta alle deiezioni, passando per la salute e l’educazione dei nostri amici a quattro zampe”. E ancora: “Questo gattile rappresenta finalmente un luogo decorso nel quale far vivere i nostri mici. Le signore Lina e Guia (vicepresidente e presidente dell’associazione “la Compagnia degli animali” che si è aggiudicata il bando per la gestione del gattile) iniziarono nel 2001 a prendersi cura dei gatti trovatelli o malati, nella vecchia sede di via speranza, un luogo assolutamente inidoneo e pericoloso. Ora i gatti e i volontari che se ne prendono cura possono finalmente vivere in un ambiente salubre, verde, arioso e gioioso. La signora Luna inoltre, oggi ha potuto dire pubblicamente ciò che mi comunicó un anno fa: donerà 30mila euro al Comune per realizzare il cimitero degli animali. Un atto di amore che si moltiplica”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento