Cronaca San Vitale / Via Mazzini

Gemelle siamesi: il cardinale Cafarra in ospedale, su di loro la sua benedizione

L'arcivescovo di Bologna in visita al Sant'Orsola per benedire Rebecca e Lucia, ancorate alla vita nonostante la situazione critica. Stazionarie per ora le loro condizioni: entro domani nuovo bollettino medico

Lucia e Rebecca, ieri hanno ricevuto la visita dell’arcivescovo di Bologna. Le due piccole sono state così benedette dal cardinale Cafarra, giunto in visita informa all’ospedale Sant’Orsola, dove si trovano ricoverate da oltre 20 giorni le due gemelline siamesi, nate con un solo cuore e fegati fusi.

La diocesi già nei giorni scorsi aveva mostrato la sua vicinanza alla vicenda. Il vicario generale -  monsignor Giovanni Silvagni – dichiarò: "Abbiamo fiducia nell'operato dei medici che stanno seguendo il caso. E tutti ci affidiamo al buon Dio che sa prendersi cura di noi anche nelle prove più difficili e non ci abbandona mai".
LA SITUAZIONE CLINICA. E’ atteso tra la fine della giornata odierna o domani un nuovo bollettino medico in aggiornamento sulla situazione delle piccine. Ad ora la situazione è rimasta tranquilla e non si sono manifestate criticità particolari, per quanto possibile, nella salute delle gemelline.

Presto, se le condizioni non si aggraveranno, saranno sottoposte ad uno dei primi interventi chirurgici, definiti "palliativi" da Mario Lima, chirurgo e primario alla guida dell'equipe medica che sta prendendosi cura delle due piccole. L'obiettivo è guadagnare tempo, farle crescere il più possibile, per aumentare il loro peso (ora 3,450 kg) e così le poche probabilità di salvezza per una delle due.

Questa è la strada suggerita dal comitato di bioetica dell'università di Bologna e condivisa dal comitato etico indipendente dell'ospedale, oltre che dai medici. La strategia sanitaria non è predefinita, hanno tenuto a sottolineare i medi attivi sul caso, si procederà passo passo.

PROSSIMI PASSI. Prima si dovrebbe optare per una operazione che stabilizzi le funzioni respiratorie. Nei loro primi giorni di vita, era stato lo stesso Lima ad operarle all'intestino, inserendo una 'patch' sintetica per chiudere l'addome ed evitare un rigonfiamento che potesse comprimere i minuscoli polmoni. Poi si tratterà, e ad operare sarà il professor Gaetano Gargiulo, cardiochirurgo pediatra, di agire sulla malformazione del cuore. Quel cuore che, come accennava ieri Lima, potrebbe 'naturalmente' indicare a quale delle due essere destinato.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gemelle siamesi: il cardinale Cafarra in ospedale, su di loro la sua benedizione
BolognaToday è in caricamento