rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Auto gratis dalla concessionaria: generale della Guardia di Finanza rischia il processo

Secondo il pm avrebbe ottenuto in uso gratuito tre auto di grossa cilindrata dal titolare di una concessionaria di Bologna, accusato a sua volta di corruzione

La Procura di Bologna ha chiesto il rinvio a giudizio per il generale della Guardia di Finanza Domenico Leandro Minervini per tre anni, dal 2009 al 2012, Comandante delle Fiamme Gialle dell'Emilia Romagna. E' accusato di induzione indebita a dare o promettere utilità (cp 319 quater sanziona con la reclusione da 3 a 8 anni la condotta di pubblico ufficiale che, abusando della sua qualità o dei suoi poteri, induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o a un terzo denaro o altra utilità - ndr). Secondo la pm titolare dell'inchiesta Rossella Poggioli, avrebbe ottenuto in uso gratuito tre auto di grossa cilindrata dal titolare di una concessionaria di Bologna, accusato a sua volta del reato di corruzione.

I fatti risalgono al 2010 quando Minervini aveva dato l'ok per una verifica fiscale per poi presentarsi, anche in uniforme, negli uffici del titolare manifestando il suo interesse per una Volkswagen Touareg, informandosi "del comportamento tenuto dai militari" durante il controllo e "circa la natura dei rilievi contestati" si legge nella richiesta. In seguito l'alto ufficiale ebbe in uso altre due auto Audi A6. 

L'indagine prese il via a Napoli, quando la Polizia Municipale notò all'interno di un'Audi parcheggiata una paletta della Guardia di Finanza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto gratis dalla concessionaria: generale della Guardia di Finanza rischia il processo

BolognaToday è in caricamento