Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Casa-famiglia anziani, il racconto shock: "Minacce di punizioni corporali, cibo e acqua negati" |VIDEO

Geri: "Le indagini avviate a febbraio hanno fatto emergere maltrattamenti, vessazione sia fisiche che psicologiche, minacce percosse e ingiurie"

 

"Le indagini avviate a febbraio hanno fatto emergere maltrattamenti, vessazione sia fisiche che psicologiche, minacce percosse e ingiurie - fino alla - negazione del cibo e dell'acqua al di fuori dell'orario di consumazione". Così Umberto Geri, Capitano del Nucleo Antisofisticazione e Sanità - Nas - di Bologna che ha eseguito 4 arresti, a carico della titolare e tre operatrici di una casa-famiglia ubicata prima in Valsamoggia, poi a Zocca. 

Geri riferisce di uno "stati di sopraffazione e di umiliazione con sistematiche provocazione e anche anche allusioni sessuali. Gli anziani - conclude- erano intimoriti e minacciati anche di punizioni corporali". 

Maltrattamenti nelle case di riposo: blitz dei Nas, scattano arresti 

Sul caso sono intervenuti anche alcuni esponenti dell'opposizione, Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia  che sollecita "un tavolo di confronto per stabilire modalità efficaci per prevenire questi terribili e intollerabili episodi" e i consiglieri regionali della Lega di Bologna e Modena, Michele Facci e Stefano Bargi: "Ancora una volta - gli episodi di maltrattamenti scoperti - non a seguito dell'attività di controllo da parte dei Servizi socio-sanitari territoriali - che ne hanno la titolarità e l'obbligatorietà - bensì grazie alla solerzia delle Forze dell'Ordine e dei sanitari che hanno avuto in cura gli anziani nelle diverse strutture ospedaliere”

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento