menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giardino Parker-Lennon, nuova illuminazione e via ad interventi anti-degrado

Nuova luce per il giardino di via del Lavoro nel quartiere San Donato. Nell'ambito degli interventi della task force anti-degrado, nel parco sono stati inoltre rimossi alcuni arbusti e cespugli utilizzati per nascondere materiali da adibire a giacigli. L'area è stata ripulita ed è stata bonificata la zona limitrofa all'area sgambatura cani

Nuova  luce  per  il giardino Parker-Lennon di via del Lavoro nel quartiere San  Donato.  Ieri  sera  il sindaco Virginio Merola ha inaugurato la nuova illuminazione insieme all’assessore ai Lavori pubblici Riccardo Malagoli, al  presidente  del  Quartiere San Donato Simone Borsari e a Danilo Fucili, responsabile Illuminazione Pubblica Territoriale Nord Est di Enel Sole.

Gli  interventi  hanno  riguardato  la sostituzione delle linee elettriche, l’installazione di nuovi quadri elettrici che garantiscono una maggiore selettività  dei guasti,  la  sostituzione  di  tutti  i corpi illuminanti presenti  all’interno  del  parco  con  apparecchi LED di arredo urbano con potenza  31W,  il  mantenimento  dei sostegni  esistenti  e nuovi pali per illuminare la zona sgambatura cani. Tutti  i nuovi apparecchi istallati sono dotati di sistema di telecontrollo punto  a  punto per il monitoraggio remoto del loro stato di mantenimento e di funzionamento.  Le  nuove lampade permetteranno un risparmio energetico del 40% rispetto ai vecchi impianti.

L'intervento  sull'illuminazione - spiegano dal Comune - "è  l'ultimo  tassello  di  un  più  ampio programma  di riqualificazione del parco promosso da Quartiere San Donato e Comune  di Bologna,  a  partire  dal  2011, grazie al percorso partecipato Insieme per il giardino Parker Lennon”.
Il  progetto  ha  coinvolto  cittadini,  associazioni, il Quartiere e tutta l'Amministrazione  comunale  con  il  duplice  obiettivo  di  elaborare  un progetto  di  micro-interventi  strutturali  e  attività  per migliorare la vivibilità  del  giardino,  nonché di facilitare la nascita di un gruppo di cittadini interessato a prendersi cura stabilmente dell’area.

Il  percorso  ha  portato  a  costituire  un gruppo di cittadini attivi che collaborano  con  il  Quartiere  nell’animazione  e  nel presidio dell’area verde.  È  stata ampliata  l’area di sgambatura cani, fino a ricomprendere anche  la collinetta che prima rappresentava un punto critico di degrado ed attività   illecite;   ampliato l’Orto  dei  popoli,  gestito  dal  Centro Zonarelli,  lungo  tutto  il  tratto confinante con le Scuole dell’infanzia Mario  Rocca;  costruito  un  muro  protettivo  per  la definitiva messa in sicurezza  del  confine  tra  il  parco  e i binari ferroviari e migliorata l’illuminazione del giardino delle Scuole Rocca.
E  ancora,  la  Fondazione  CEUR ha finanziato interventi per la definitiva messa  in  sicurezza delle rampe di accesso al Centro Zonarelli e al Centro
giovanile  "Torretta"  da  intrusioni  e bivacchi; in collaborazione con le associazioni   del   territorio   è   stato  messo  in  campo  un  progetto educativo-sportivo  di valorizzazione  del campetto polivalente "Elia Do", interno al giardino.

Nell'ambito degli interventi della task force anti-degrado  guidata dall'assessore Malagoli nel parco sono stati inoltre rimossi alcuni arbusti e cespugli utilizzati per nascondere materiali da adibire a giacigli. L'area è stata ripulita da rifiuti e sporcizia ed è stata bonificata la zona limitrofa all'area sgambatura cani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Chioschi a Bologna e provincia: la nostra mini guida

  • social

    Ricette antifreddo: la Zuppa boscaiola

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento