Parchi, accesso vietato a aree gioco bimbi e campetti sportivi: multe salate ai trasgressori

Ordinanza valida fino al 3 giugno a meno che non siano prima chiarite dal Governo le linee guida per la gestione

Dopo l'annuncio del pugno duro e multe in arrivo  contro chi trasgredisce il divieto di assembramento, stretta ancora fino al 3 giugno - salvo cambiamenti - anche sulle aree verdi. Il Sindaco di Bologna Virginio Merola ha infatti firmato oggi un’ordinanza che vieta l’utilizzo delle aree giochi e degli impianti sportivi a libera fruizione (come campi da calcio, da calcetto, da basket e da pattinaggio) all’interno di parchi, giardini e spazi pubblici.

"L’ordinanza, necessaria e urgente perché finalizzata alla tutela della salute pubblica - spiega una nota comunale - ha efficacia immediata ed è valida fino al 3 giugno (come le misure dell’ultimo Dpcm), a meno che non arrivino prima i chiarimenti da parte del Governo sulle linee guida allegate al Dpcm del 17 maggio 2020". Chi non rispetta l’ordinanza rischia la sanzione amministrativa prevista dal decreto “Cura Italia”, che va da 400 a 3.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mascherina per bimbi sopra i 3 anni, distanze di un metro e sanificazione giochi: le indicazioni del Dpcm

"I chiarimenti al Governo - spiegano da Palazzo D'Accursio - erano stati richiesti a fronte della difficoltà da parte di molti Comuni, compreso quello di Bologna, di applicare le indicazioni contenute nel decreto della Presidenza del Consiglio, secondo cui per contenere il rischio del contagio, oltre all’utilizzo della mascherina per i bambini di età superiore a 3 anni e il mantenimento della distanza interpersonale di sicurezza di almeno un metro, per la fruizione degli arredi e delle attrezzature all’interno di parchi, giardini e spazi pubblici, i gestori devono garantire una pulizia approfondita e frequente delle superfici più toccate, almeno giornaliera, con detergente neutro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Maxi rissa in Piazza Verdi, volano pugni e bottiglie: "Un inferno mai visto prima"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, calo contagi e casi attivi: guarito oltre il 73% dei contagiati

Torna su
BolognaToday è in caricamento