Cronaca

Oggi è la giornata del bacio, lo psichiatra: "Aiuta anche sul posto di lavoro"

Quello fraterno stimola la produzione di ossitocina, quello fra innamorati il feromone mentre sul lavoro aiuta ad uscire dal raggio della zona di comfort

Il 6 luglio si celebra Santa Maria Goretti, è il compleanno di Frida Kahlo e Sylvester Stallone, il giorno della morte di Luis Armstrong. Oggi però è anche la giornata mondiale del bacio: baciare è una buona abitudine che troppe persone trascurano nella vita di ogni giorno, eppure è uno straordinario “strumento” di relazione sociale, non solo tra gli innamorati, ma anche tra amici e familiari.
 
E' proprio in occasione di questa giornata che insieme al dottor Michele Cucchi del  Centro Medico Santagostino parliamo di questo gesto d'affetto che farebbe vivere meglio. "Il bacio - spiega Cucchi, psichiatra e direttore sanitario del Centro - è importante all’interno dei comportamenti a favore della socialità, perché aiuta a entrare in contatto intimo con l'altro e a vincere resistenze psicologiche".

"Qualsiasi tipo di bacio (fraterno, amicale, di coppia) è in grado di stimolare la produzione di ossitocina (in chi lo dà e in chi lo riceve), l'ormone dell'affiliazione, della condivisione e dell'attaccamento: tutti aspetti che all’interno delle relazioni oggi tendono a mancare. Molti autori hanno ormai dimostrato come sia l’ossitocina l’ormone che regola i comportamenti collaborativi rispetto a quelli competitivi o aggressivi: un aumento dell’ossitocina produce comportamenti ed atteggiamenti mentali di apertura, intimità e collaborazione con l’altro, sostiene la capacità di empatizzare e aumenta la capacità di fidarci ed affidarsi".
 
IL BACIO FRA INNAMORATI. "Grazie al bacio dell'innamorato (bocca a bocca) invece - prosegue Cucchi - ci si scambiano feromoni, che sono le molecole dell'attrazione sessuale. Non solo. L'uomo trasmette anche il testosterone, una sostanza che è eccitante anche per la donna. Infine i baci danno un impulso diretto al rinencefalo che è l'area antica del nostro cervello che permette l'eccitazione sessuale".
 
"In generale - aggiunge lo psichiatra - i baci e le manifestazioni di affetto alimentano una reazione neurobiologica nel nostro cervello che sostiene la cooperazione, l’accudimento reciproco e l’intimità. Dare spazio alle dimostrazioni fisiche di condivisione e vicinanza emotiva, come attraverso, baci, abbracci e coccole, ci predispone mentalmente, si potrebbe dire neurobiologicamente, a trovare intesa ed empatizzare con l’altro».
 
BACIARE AL LAVORO AIUTA. "Il bacio - osserva ancora Cucchi - può dare molti vantaggi anche in ambito professionale e lavorativo, ovviamente se si tratta di un sano gesto affettuoso che sia adatto al contesto culturale in cui si vive e che quindi rispetti le regole della convenienza. Questo perché  il bacio, la carezza, l’abbraccio permettono alle persone di uscire dalla propria cosiddetta zona di comfort: un cerchio ideale di 30 cm di raggio che circonda ciascuno e che rappresenta una sorta di protezione. Quando ci si bacia o ci si abbraccia si ‘scavalca un confine’ oltre al quale è possibile entrare in contatto con l’altro con tutti i sensi: olfatto, gusto e tatto. Questo passo verso chi ci circonda aiuta a costruire una relazione con lui, costringe a fare un atto di fiducia verso l’altro e a vincere la propria diffidenza. Per questo creare occasioni di contatto all’interno di un gruppo di lavoro o tra colleghi è uno dei compiti di un team leader, che in questo modo rende i membri più affiatati, complici e di conseguenza migliora la produttività e dell’intero ufficio», consiglia lo psichiatra.
 
Le 5 regole per vivere meglio "baciando": 

1) Bacia ogni giorno: il bacio deve essere un piccolo grande gesto, che sostiene le relazioni di fiducia e intimità e produce benessere come il sorriso, per via dei feedback neurali che innesca.

2) Bacia e coccola: qualsiasi gesto di affetto aiuta a entrare in sintonia con l'altro, al contrario se questi mancano si è più inclini alla competizione, al confronto e al conflitto.

3) Anche un piccolo rito quotidiano conta: perdere un minuto in più alla mattina per salutare con un bacio affettuoso un proprio caro o il partner, è un gesto semplice che può cambiare la giornata.

4) Non trascurare i baci serali: oltre al saluto della mattina, è importante dedicare ai propri cari un sorriso, un abbraccio ed un bacio anche quando si torna casa dopo il lavoro. 

5) dedica più tempo agli amici: quando si incontra una persona che si conosce è bene prendersi del tempo per salutarla bene, ciò significa guardarla negli occhi, sorriderle e darle un bacio sulla guancia, magari stringendole le mani. In questo modo le si induce una scarica ormonale che la farà sentire accolta, accudita, protetta e sicura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oggi è la giornata del bacio, lo psichiatra: "Aiuta anche sul posto di lavoro"

BolognaToday è in caricamento