Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

E' morta la giraffa scappata dal circo Orfei ad Imola

Ha corso per km attraverso le vie cittadine, poi lo spauracchio di trovarsi in un ambiente a avverso e l'effetto sul suo "piccolo" cuore dell'anestetico utilizzato per sedarlo. Quste, ad una prima analisi, parrebbero le cause

Stamattina la folle corsa per le vie di Imola di una giraffa scappata dal Circo Orfei aveva gettato scompiglio. Catturata dalle forze dell'ordine l'animale era stato riconsegnato ai proprietari. Poi - qualche ora dopo -  sarebbe stata colta da un arresto cardiaco.
Così è morto il mammifero - 5 mt di altezza per una tonnellata di peso - enorme, ma ancora solo un cucciolo, un esemplare maschio di 'camellopardalis'. La sua fuga aveva trovato fine nel recinto dello stabilimento della Coop. Cefla, lungo la via Selice. Lì, un agente della Polizia Provinciale aveva sparato un paio di siringhe di anestetico con l'impiego del fucile a narcotico. Poi la giraffa, ancora addormentata era stata trasportata al circo. Attorno alle 15 era stata vista in piedi, apparentemente in salute. Poco dopo, invece, il decesso.

PIOVONO ACCUSE VS ORFEI MA IL CIRCO PARLA DI COMPLOTTO

MOTIVO DEL DECESSO. Il cuore della giraffa che questa mattina, dopo essere fuggita alle 8,30 dal recinto del circo, ha attraversato la città di Imola percorrendo parecchi chilometri e catturata con sedazione verso mezzogiorno, ha cessato di battere poco dopo le 15 del pomeriggio per un insieme di stress: da quello psicologico, per essersi trovato in un ambiente a lui avverso, all'effetto sul suo "piccolo" cuore dell'anestetico utilizzato per sedarlo, fino a quello psicofisico per la paura che l'aveva invaso. E' questa la prima ipotesi del veterinario del Circo Rinaldo Orferi, Giovanni Gaudenzi. Maggior chiarezza - ha detto ancora - potrà essere fatta dall'autopsia domani alla facoltà di medicina veterinaria a Ozzano Emilia, ma certamente la sua capacità di recupero dopo gli stress subiti non poteva che risultare "molto complicata". Al momento della morte della giraffa, pesano le ipotesi di collasso circolatorio, trombosi o di choc ma ognuno di questi effetti avrebbe come causa lo stress vissuto dall'animale che ha cessato di vivere al momento in cui si è rialzato dopo che era terminato l'effetto calmante e dormiente dell'anestetico "sparatogli" stamani da una guardia provinciale.
Rimane comunque da chiarire il motivo che ha reso possibile la fuoriuscita della giraffa dal recinto del circo e le ipotesi, che saranno verificate dagli inquirenti, toccano sia una disattenzione da parte di un dipendente che l'atto di un "nemico" del circo: qualcuno che volutamente avrebbe voluto fare danni alla carovana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morta la giraffa scappata dal circo Orfei ad Imola

BolognaToday è in caricamento