rotate-mobile
Cronaca

'Mazzette e regali' al giudice tributario: rinvio al giudizio per 13 indagati

Al centro dell'ipotesi investigativa il giudice si  sarebbe adoperato 'nel prestare consulenze per la redazione di ricorsi tributari'. Coinvolti imprenditori e commercialisti

Il pubblico ministero Morena Plazzi ha chieso al GIP in rinvio a giudizio per 13 persone per un presunto giro di consulenze, fornite da un giudice tributario , in merito a ricorsi pendenti davanti alla Commissione tributaria regionale. 

Al centro dell'ipotesi investigativa il giudice tributario della XII Sezione regionale che si  sarebbe adoperato "nel prestare cosnulenza per la redazione di ricorsi tributari - si legge nell'atto - che sarebbero stati di lì a breve presentati" dalla società amministrata da un imprenditore emiliano, tra la primavera e l'estate del 2016. In cambio denaro "ovvero altre utilità".

Oltre al giudice e all'imprenditore sono rinviati a giudizio con l'accusa di associazione a delinquere: dipendenti dell'Agenzia delle Entrate e di EquitralIa, commercialisti, imprenditori "di grido" e immobiliaristi, non solo bolognesi. 

Parti offese l'Agenzia delle Entrare regionale ed Equitalia. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Mazzette e regali' al giudice tributario: rinvio al giudizio per 13 indagati

BolognaToday è in caricamento