Giuseppe Balboni: amico confessa omicidio, emesso fermo

Il Procuratore Capo presso il Tribunale dei Minorenni ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto per un coetaneo del 16enne scomparso e poi trovato morto a Castello di Serravalle

IL LUOGO DEL RITROVAMENTO DEL CORPO

Il Procuratore Capo presso il Tribunale dei Minorenni di Bologna ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto per un coetaneo di Giuseppe Balboni - il 16enne scomparso da Zocca e poi trovato morto a Tiola di Castello di Serravalle.

L’omicidio - fanno sapere gli investigatori - sarebbe stato perpetrato attraverso l’utilizzo di una pistola legalmente detenuta dal padre del presunto omicida. Le cause del gesto sono invece ancora in corso di accertamento.

La denuncia di scomparsa, le ricerche poi il tragico ritrovamento

Il corpo senza vita del minore è stato rinvenuto nella tarda mattinata di oggi all’interno di un pozzo in località Tiola di Castello di Serravalle.

Il 16enne era uscito il 17 settembre dalla sua abitazione di Zocca per andare a scuola.  Da allora il ragazzino sembrava "essersi volatilizzato", come aveva raccontato il padre, a BolognaToday.

Fatta la denuncia di scomparsa, si erano subito attivati i soccorsi.  E ieri erano stati sguinzagliati anche i cani molecolari. Prima erano stati trovati il suo scooter Malaguti Phantom F12 rosso, la sua giacca e il portafoglio. A rinvenirli era stato un pescatore, non lontano dal Samoggia.

I Carabinieri e la Polizia locale hanno battuto la zona palmo a palmo e venerdì a Valsamoggia era stata attivata una postazione dei Vigili del Fuoco tra Castelletto e Tiola, la frazione di Valsamoggia dove il suo smartphone aveva agganciato la cella per l'ultima volta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stamattina è stata scritta la parola fine. Nel modo più tragico. Ora resta da sciogliere un grosso interrogativo. Cosa può avere armato l'arma dell'assassino di Giuseppe?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bufera social, Cremonini sulla colf: "L'ho chiamata Emilia, se pago posso cambiare il nome"

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Positivi due lavoratori di una pizzeria a Casalecchio, la scoperta dopo una rissa: tamponi a tappeto e controlli

  • Come pulire e disinfettare i condizionatori: trucchi e consigli

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Focolai covid a Bologna: l'attenzione si sposta all' ex hub di via Mattei

Torna su
BolognaToday è in caricamento