Cronaca

Giuseppe Giacobazzi, cadono accuse per spaccio di droga. Assolto

Fine di un incubo per il comico di Zelig e del Costipanzo Show: assolto con formula piena dall'accusa di detenzione di droga per cui è stato processato a Modena con rito abbreviato

Fine di un incubo per Giuseppe Giacobazzi, comico di Zelig e del Costipanzo Show. L'attore, finito nella bufera perchè sospettato di essere coinvolto in un giro di droga, è stato invece assolto con formula piena dall'accusa di detenzione di droga per cui è stato processato a Modena con rito abbreviato.

IL FATTO. L'attore, ben noto anche ai palcoscenici bolognesi, che si è sempre professato innocente, era stato indagato in seguito a un'intercettazione nell'ambito di un'inchiesta dei carabinieri che alla fine del 2010 smantellarono un'organizzazione di spacciatori attiva tra Modena e Bologna. Furono arrestate 16 persone e altre 13 vennero denunciate, mentre furono sequestrati complessivamente otto chili di droga tra cocaina ed eroina. Il cabarettista venne intercettato mentre parlava con un altro indagato e l'accusa ipotizzò che potesse essere stato in possesso di alcuni grammi di cocaina. Il pm aveva quindi chiesto la condanna a un anno e quattro mesi. Il comico e i suoi difensori hanno invece sostenuto che la conversazione fosse stata male interpretata dagli inquirenti. Altri tre imputati sono stati oggi assolti dal Gup in rito abbreviato.

Giacobazzi, al secolo Andrea Sasdelli, ha appreso con estrema soddisfazione quella che è stata la pronuncia del Gup, ha fatto sapere l'ufficio stampa dell'attore. "Il Giudice, ponendo la parola fine, definitivamente, a questo inconcepibile episodio ha pronunciato sentenza di piena assoluzione perché il fatto non sussiste - ricorda una nota -. E' stata dunque premiata la perseveranza di Sasdelli, assistito dal legale di fiducia Barbara Righini del foro di Modena, nel proclamare fino alla fine la propria innocenza, rifiutandosi di definire la propria situazione processuale con un patteggiamento, modalità che non avrebbe permesso al Giudice di entrare nel merito di una vicenda assolutamente insussistente. E' stato un percorso difficile e travagliato, soprattutto per una persona che sa di essere innocente. Tuttavia la fiducia nei Giudici è stata ben riposta". "Al contrario - è la conclusione -, nonostante le speranze manifestate affinché l'episodio in questione non diventasse oggetto di sciacallaggio mediatico, si rileva come queste stesse speranze siano state disattese da una parte della stampa. Circostanza che sin d'ora sarà analizzata con estrema attenzione. Un ringraziamento particolarmente sentito a tutti coloro che hanno creduto senza dubbio alcuno all'innocenza di Andrea Sasdelli.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuseppe Giacobazzi, cadono accuse per spaccio di droga. Assolto
BolognaToday è in caricamento