Cronaca

Montecatone, rinviata la dimissione del carabiniere Giangrande per 'imprevisti familiari'

Doveva lasciare ieri l'ospedale il brigadiere, poi una nota della struttura sanitaria ha rinviato le dimissioni "per favorire l'ottimale e sereno ritorno a casa". Inatnto la Presidente della Provincia invia i suoi auguri

Doveva essere dimesso ieri dalla clinica di Montecatone il brigadiere dei Carabinieri Giuseppe Giangrande, rimasto vittima di colpi di pistola sparati da Luigi Preiti il 28 aprile mentre era in servizio nella piazza antistante Palazzo Chigi, a Roma. La sua partenza dall'ospedale, dove lo scorso maggio erano iniziate le cure riabilitative, è stata rinviata - fa sapere una nota emessa dalla struttura sanitaria - a causa di "sopravvenuti imprevisti di natura familiare che hanno consigliato, per favorire l'ottimale e sereno ritorno a casa, di posticipare la dismissione".

Appresa la notizia della ormai prossima dimissione, la presidente della provincia Beatrice Draghetti aveva rivolto i propri auguri al brigadiere, telefonando alla figlia Martina, che il 1° luglio aveva ricevuto dalla Provincia il “premio città delle Dame” per la “profonda umanità e forza mite con cui ha dato visibilità alle tante donne che, come lei, affrontano dolori e prove simili alle sue”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montecatone, rinviata la dimissione del carabiniere Giangrande per 'imprevisti familiari'

BolognaToday è in caricamento