Cronaca

Gomme invernali obbligatorie dal 15 novembre. L'osservatorio: "10% degli incidenti per penumatici non ottimali"

"Il 12% dei mezzi gira con pneumatici danneggiati e il 2,3% con gomme diverse da quelli indicati sulla carta di circolazione"

Entro il 15 novembre 2022 e fino al 15 aprile 2023, con 30 giorni di deroga rispetto alle due date, scatta il cambio delle gomme estive e quindi la sostituzione con quelle invernali.

"Ricordiamo che il cambio è un obbligo, salvo il mezzo abbia montato un set di gomme quattro stagioni o se le gomme montate abbiano un indice di velocità uguale o superiore a quello indicato dalla carta di circolazione - sottolinea Mauro Sorbi che guida l'Osservatorio regionale per l'educazione alla sicurezza stradale - In alternativa occorre essere dotati di catene per evitare le sanzioni in caso di controllo". 

Le sanzioni per coloro che non ottemperano a questo obbligo prevedono una sanzione pecuniaria: "Il pneumatico invernali e quello estivo garantiscono una maggior tenuta dell’auto in base alle diverse condizioni atmosferiche stagionali - continua Sorbi - Poniamoci la domanda se affidare la nostra vita a un pneumatico sgonfio o usurato, perché è lapalissiano che le gomme sono l’unico punto di contatto tra la vettura e il suolo. Ciononostante la metà delle autovetture italiane circola con gli pneumatici sottogonfiati, il 12% con pneumatici visibilmente danneggiati e il 2,3% con pneumatici diversi da quelli indicati sulla carta di circolazione.
Altro dato consolidato è che circa il 10% degli incidenti è imputabile a condizioni non ottimali dei pneumatici - osserva - Garantiamo a noi e a tutti gli utenti della strada che incrociamo una maggior sicurezza". 

Incidenti stradali in aumento: a Bologna più morti, il giorno più critico è il venerdì

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gomme invernali obbligatorie dal 15 novembre. L'osservatorio: "10% degli incidenti per penumatici non ottimali"
BolognaToday è in caricamento