Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Grandi Opere: indagati ex assessore ai Trasporti Peri ed ex consigliere PD

Oggi diversi arresti e numerose perquisizioni in tutta Italia: la Procura di Firenze ha indagato anche l'ex assessore regionale ai Trasporti Peri e l'ex consigliere regionale del Pd Miro Fiammenghi

Alfredo Peri

Nell'ambito delle indagini sulle Grandi Opere, che oggi ha portato a diversi arresti e numerose perquisizioni in tutta Italia, la Procura di Firenze ha indagato l'ex assessore regionale ai Trasporti Alfredo Peri e l'ex consigliere regionale del Pd Miro Fiammenghi con l'accusa di tentata induzione indebita a dare o promettere utilità in relazione alla promessa di un incarico da direttore dei lavori a Stefano Perotti, da parte di Autostrada regionale Cispadana.

"Oggi pomeriggio- ha dichiarato il segretario provinciale del Pd Michele de Pascale- Miro Fiammenghi mi ha informato in merito all'indagine sulle Grandi Opere che lo ha coinvolto insieme all'ex assessore regionale Alfredo Peri. L'ho sentito molto tranquillo e sono sicuro che la totale estraneità ai fatti di entrambi sarà accertata dall'indagine". Inoltre, l'avvocato Riccardo Sabadini che assiste Fiammenghi, precisa che all'ex consigliere regionale Pd è stata notificata oggi "una informazione di garanzia,nell'ambito di una piu' vasta indagine cui egli è totalmente estraneo, per un fatto ipoteticamente relativo a comportamenti, al momento prospettati come non leciti, inerenti la procedura di gara relativa al project financing avente ad oggetto la costruzione dell'autostrada Cispadana". Fiammenghi, "nel ribadire la assoluta e totale correttezza dei comportamenti tenuti nella sue vesti istituzionali e non, precisa di non avere mai avuto modo di occuparsi della gara contestata e attende con tranquillità lo svilupparsi delle indagini", specifica poi il legale. (agenzia Dire)

4 arresti, 47 indagati, 100 perquisizioni in varie città d'Italia per corruzione, induzione indebita, turbata libertà degli incanti ed altri reati contro la pubblica amministrazione: questi i numeri del blitz dei carabinieri del Ros su richiesta della Procura di Firenze. Sono ancora in corso, in diverse regioni italiane, perquisizioni di uffici pubblici e sedi societarie riconducibili agli indagati.
Al centro delle indagini i lavori sulla tratta ferroviaria alta velocità Firenze-Bologna. Un'operazione, chiamata "Sistema", con gestione illecita degli appalti ricompresi nelle Grandi opere, mediante un articolato sistema corruttivo che coinvolgeva dirigenti pubblici, società aggiudicatarie degli appalti ed imprese esecutrici dei lavori, così la nota delle Procura fiorentina.

L'OPERAZIONE. Rapporti durati almeno un “decennio” intorno a opere del valore di 25 miliardi di euro dietro cui la procura di Firenze sospetta si celasse un meccanismo corruttivo. Tra gli uffici interessati dagli accertamenti quelli di Struttura di Missione presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, della Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., ANAS International Enterprises, delle Ferrovie del Sud Est S.r.l. del Consorzio Autostrada Civitavecchia - Orte – Mestre, dell’Autostrada regionale Cispadana S.p.a. e dell’Autorità portuale Nord Sardegna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grandi Opere: indagati ex assessore ai Trasporti Peri ed ex consigliere PD

BolognaToday è in caricamento