rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Green pass e trasporti, Tper: "Disagi contenuti, meglio delle previsioni"

Intanto Usb prende posizione: "Situazione Pass divisiva, e aumenta ricatto sui dipendenti".

Nella giornata di proteste contro il Green Pass nei luoghi di lavoro, i preannunciati disagi alla ciroclazione del trapsorto pubblico locale non sembra si stiano verificando. A esplicitarlo, in una nota, è Tper, che fa sapere come "dalle rilevazioni della prima fascia mattinale di punta emerge a largo raggio una situazione di sostanziale regolarità dei servizi in tutto il bacino metropolitano". anche grazie alla pianificazione in extremis dei giorni scorsi.

Non tutto è però filato liscio: a essere affetti da ritardi e salti sono state, per stessa amminssione dell'azienda di trasporti "poche decine di corse, del tutto marginali rispetto all'intero servizio metropolitano di rete" e che non hanno impattato "sui collegamenti utilizzati dell'utenza pendolare".

Infine, la stessa municipalizzata ha fatto notare che "i controlli del green pass effettuati questa mattina sul personale Tper non hanno rilevato alcuna irregolarità".

Green Pass, Usb: "Aggiunge confusione a confusione"

A stretto giro arriva anche la posizione del sindacato di base Usb, ben presente tra le fila del personale Tper. In presidio davanti alla sede di via Saliceto, i delegati parlano di "insostenibilità del meccanismo" e di come "la situazione permetta nuove forme di ricatto e controllo sui dipendenti".

Non solo: "Come Usb -si legge in una nota-  riteniamo che si stia scaricando sulle lavoratrici e sui lavoratori il peso di provvedimenti contraddittori e il peso di una discussione enorme e divisiva, permettendo alle imprese di servirsi della situazione per destrutturare diritti e introdurre misure che poco hanno a che fare con la salute pubblica".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass e trasporti, Tper: "Disagi contenuti, meglio delle previsioni"

BolognaToday è in caricamento