Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca San Lazzaro di Savena

Green Pass, Ca' de Mandorli avvisa i clienti. Pioggia di commenti contro

Dal 6 agosto entra in vigore l'obbligo anche per gli spettacoli aperti al pubblico

Ingresso gratuito con Green Pass, certificato di tampone antigenico negativo eseguito entro le 48h prima dell’evento o certificato di guarigione da COVID19 (validità 6 mesi dalla notifica). Dal 6 agosto sarà obbligatorio esibire una di queste certificazioni per accedere ai ristoranti al chiuso e ai bar al chiuso (ma non al bancone), al cinema, al teatro, in palestra, ai musei. Nonché agli spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive.

Anche in città quindi ci si prepara e il Ca' de Mandorli, storico locale di San Lazzaro, comunica su Facebook che per l'evento di sabato 7 agosto l'ingresso sarà consentito solo con certificazione. 

"È obbligatoria la prenotazione per evitare assembramenti in entrata; gli ingressi saranno contingentati e i posti limitati - scrivono gli organizzatori - l'ingresso al locale è gratuito con Green Pass, certificato di tampone antigenico negativo eseguito entro le 48h prima dell’evento o certificato di guarigione da COVID19 (validità 6 mesi dalla notifica); per mangiare al nostro ristorante all'aperto, invece, non è necessario esibire il green pass".

"In base a quanto deciso dal Governo - spiegano i gestori - se si organizza uno spettacolo in un locale è obbligatorio esibire il green pass, quindi anche da noi sarà così per accedere al parco, mentre la gestione del ristorante è un'altra".

"Green Pass? No Grazie", "Ormai vogliono il Green Pass appena esci di casa", si legge sulla pagina Facebook dove decine di utenti si dicono contrari all'esibizione della certificazione. "Grazie per averci informato. Io e i miei amici in procinto di fare un viaggio nella vostra, per altro splendida, città ma non verremo a portarvi i nostri soldi", scrive un altro utente. E così via.

Tra gli altri però si leggono anche commenti a favore: "Luogo piacevole e fresco in estate, per passare piacevoli serate! Musica diversa tutte le sere, personale professionale e gentile, gestione ineccepibile. Rispondono sempre al telefono, è possibile prenotare per stare tranquilli e finalmente locale serio in cui chiederanno il Green Pass. Ho letto tante recensioni negative proprio a causa di ciò ma, veramente non capisco, innanzitutto chi lavora nel locale non si inventa nulla e applica solo la legge e tutte queste persone astiose e con la paura di non potersi più divertire che se ne vadano in una spiaggia libera a ballare e saltellare come vogliono: ce ne sono tante in Italia e possono essere la meta, appunto, di tutte quelle persone che inviano recensioni negative da tutte le città senza neanche conoscere il locale. Suvvia, un po' di serietà e cercate di non essere ridicoli".

"Bravi, vi appoggio in pieno, basta boicottare i locali che vogliono solo lavorare e non rischiare di chiudere. Credete che sia stato facile per loro da quando c'è il covid? Lasciate lavorare tranquilli chi cerca solo di portare un po' di soldi a casa per poter andare avanti", si legge in un altro commento.

Green pass, nuove regole dal 6 agosto: quando è obbligatorio e quali multe si rischiano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Pass, Ca' de Mandorli avvisa i clienti. Pioggia di commenti contro

BolognaToday è in caricamento