Cronaca

400 giocattoli pericolosi: sequestro della Guardia di Finanza

Come ogni anno, nel periodo natalizio, scattano le attività investigative mirate, condotte dai militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziari

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale dalla Guardia di Finanza di Bologna hanno sequestrato giocattoli, di fabbricazione cinese, sprovvisti del marchio “CE” e delle relative avvertenze di sicurezza. Come ogni anno, nel periodo natalizio, scattano le attività investigative mirate, condotte dai militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria.

L'indagine ha preso il via a seguito di un controllo in un esercizio commerciale bolognese, appartenente a una nota catena di ristorazione operante lungo le principali arterie stradali e autostradali, dove erano in vendita prodotti con immagini di personaggi di cartoni animati, con paillettes e reversibili, di fabbricazione cinese, privi della marcatura “CE” e delle avvertenze. Sottoposti a sequestro in quanto pericolosi per la salute dei cittadini,
per ricostruire “a monte” e “a valle” la filiera di distribuzione e individuare, i controlli sono stati estesi all’importatore e al distributore, entrambi con sede a Mirandola (MO).

Sono stati così rinvenuti e sequestrati, complessivamente, circa 400 giocattoli non conformi alla normativa di riferimento e, quindi, potenzialmente pericolosi per la salute dei più piccoli. A conclusione delle attività, i tre operatori economici sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Bologna e Modena, per le relative sanzioni amministrative.

Il colonnello GdF: "Attenzione agli acquisti, con la crisi rischio infiltrazione di capitali illeciti"

Contiinua il lavoro "di prevenzione che viene sempre svolto sulla produzione e commercializzazione sia dei giocattoli che dei fuochi d’artificio - , ha spiegato a Bologna Today il colonnello Andrea Magliozzi, Comandante del II Gruppo Guardia di Finanza di Bologna - per questi ultimi, in particolare, la fine dell’anno richiede sempre uno sforzo importante per verificare soprattutto che le fabbriche autorizzate rispettino la stringente normativa sul confezionamento e lo stoccaggio dei prodotti esplodenti, tenendo poi un occhio sempre aperto sulla possibilità che qualcuno li produca in proprio in maniera del tutto abusiva. Quasi tutti gli anni purtroppo ancora si registrano casi di fabbriche abusive e uso sconsiderato di artifizi pirotecnici che in alcuni casi finiscono sulla cronaca nazionale per via di incidenti gravi o addirittura mortali".             

Perchè è importante la certificazione CE

Assicura, rende noto la GdF, l’avvenuto controllo della sicurezza del prodotto: acquistare un giocattolo privo di tale marcatura può esporre l’utilizzatore a rischi chimici (sono quelli dovuti all’esposizione dei bambini alle sostanze nocive presenti nel giocattolo) e fisico-meccanici (che possono essere causati da un’accidentale ingestione di piccole parti), proprio come riscontrato, nel caso di specie, con riferimento alle paillettes dei cuscini sequestrati.
L’operazione rientra nel quadro di un più ampio piano di intensificazione dei controlli in materia di sicurezza prodotti, in vista delle ormai imminenti festività natalizie, nei confronti di esercizi commerciali che pongono in vendita, in particolare, giocattoli per bambini e addobbi natalizi, al fine di preservare il mercato dalla diffusione di prodotti non conformi agli standard di sicurezza imposti dalla normativa nazionale ed europea e, quindi, potenzialmente pericolosi e nocivi per la salute dei cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

400 giocattoli pericolosi: sequestro della Guardia di Finanza

BolognaToday è in caricamento