Post-lockdown, Guccini: "Siamo come prima, forse un po' peggiori"

"A Bologna pieno di giovani, da un lato li ho invidiati, ma non rispettavano le regole".

"Siamo come prima, forse un po' peggiori". Così il "maestrone" Francesco Guccini, intervenuto ai microfoni di Rai Radio1. Per Guccini, che durante il lockdown aveva dichiarato che "dopo il virus non saremmo stati migliori", oggi conferma la sua tesi.

"Abbiamo una costanza nel peggiorare- dice- si tratta di quel senso della 'liberazione'. Il senso della liberazione. La gente che se ne frega e va in giro a branchi. Sabato sera ero per caso a Bologna in zona universitaria ed era pieno pieno di giovani. Da un lato li ho invidiati perchè non ho più quell'età, ma non rispettavano le regole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

  • Coronavirus, i casi del 13 gennaio: calano i contagi a Bologna e in Emilia-Romagna

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

Torna su
BolognaToday è in caricamento