rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Guerra Ucraina, la Cgil al confine della Slovacchia con un camion carico di aiuti

Al confine slovacco un Tir carico di materiale. Si parla anche di una cucina da campo

E' arrivato questa mattina a Sobrance, in Slovacchia, il materiale raccolto anche da Cgil E-R e Nexus E-R e destinato ad autare le popolazioni intransito dallUcraina al confine. Lo rende noto via Marconi, sottolineando che la delegazione regionale ha partecipato al progetto internazionale di solidarietà ai profughi dell’Ucraina organizzato da Cgil nazionale in collaborazione con la Filt Cgil (sindacato dei trasporti) e Flai Cgil (sindacato degli agricoli), e con le strutture lombarde.

Al confine slovacco la delegazione ha consegnato al sindacato ucraino Fpu, impegnato sul territorio nella gestione dell’emergenza profughi. Le strutture emiliano romagnole della CGIL (FLAI, FILT e FILCTEM) hanno raccolto beni di prima necessità, dagli alimenti ai prodotti per l’igiene e la prima infanzia.

La delegazione dei sindacalisti coinvolti nel progetto è partita lunedì 28 marzo. Prima tappa l’Austria, dove si è tenuto un incontro col sindacato austriaco OGB che ha portato a sua volta un carico di aiuti agli ucraini. Subito dopo, a Bratislava, un saluto e uno scambio sulla situazione in Ucraina col sindacato slovacco KOZ. Poi di nuovo in viaggio.

La delegazione ha anche incontrato la Ong “People in need” che si occupa di prima accoglienza dei profughi e che necessita di attrezzature per l’allestimento di cucine da campo nei territori al confine tra la Slovacchia e l’Ucraina. Di questa richiesta se ne sta occupando Nexu Emilia-Romagna, la Ong promossa dalla Cgil regionale.

Attiva anche una raccolta fondi: c/c intestato a Nexus Emilia Romagna #nexus4ucraina Banca Etica IBAN IT58D 05018 02400 000011318730

In fuga dalle bombe, le testimonianze

In fuga dalle bombe con il pancione. Il lungo viaggio di Julia | VIDEO 

Le telecamere di BolognaToday al confine con l'Ucraina | VIDEO 

"Olena non mangiava e non dormiva": il viaggio in Ucraina per salvare figlia e nipotini 

"Casa sbriciolata dalle bombe": Nadia, Paolo e i loro 9 figli in salvo a Loiano

Olga in fuga da Kiev con la figlioletta: "Scappati di fretta, senza green pass, un'odissea" 

 "Ho guidato per 35 ore con mia madre e miei tre figli" | VIDEO

Bimba in adozione, poi la fuga (appena in tempo) dalla guerra  

 "Fuga nella notte. 15 km di coda al confine. Racconto e mi sembra tutto surreale" 

 I primi 12 profughi ucraini accolti a scuola | VIDEO 

Nella Chiesa ucraina : "Cuore e anima nella mia terra bombardata" | VIDEO

I primi profughi arrivano all'ex covid hotel | VIDEO 

"La guerra? Speriamo finisca presto": la lunga fila dei profughi ucraini in piazza 

Accoglienza profughi Ucraina a Bologna, tutte le info

Emergenza Ucraina: cosa deve fare chi arriva a Bologna 

Emergenza profughi Ucraina: ecco come accedere alle cure e all'assistenza sanitaria a Bologna 

Emergenza Ucraina e accoglienza: cosa è e come funziona il Progetto Vesta 

Dai contatti cui rivolgersi, ai Cas: come è strutturata la rete di accoglienza profughi Ucraina

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra Ucraina, la Cgil al confine della Slovacchia con un camion carico di aiuti

BolognaToday è in caricamento