rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca

Insulti e minacce contro Mattarella, c'è anche una bolognese tra i 9 haters

I fatti risalgono a maggio 2018. È stato chiesto il rinvio a giudizio, tra gli odiatori da tastiera anche una settantenne residente a Bologna

C'è anche una bolognese tra i nove haters che a maggio di due anni fa avevano insultato e minacciato sui social il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Come riporta PalermoToday, è stato chiesto il rinvio a giudizio e ora Il gup Giuliano Castiglia dovrà fissare la data dell'udienza preliminare e poi decidere sull'eventuale rinvio a giudizio degli imputati.

Le accuse sono molto gravi - attentato alla libertà, offesa all'onore e al prestigio del presidente della Repubblica e isitigazione a delinquere - e prevedono pene fino a ben quindici anni di carcere.

L'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Marzia Sabella e dal sostituto Gery Ferrara, era scattata dopo che Mattarella era stato preso di mira per essersi opposto alla proposta di Paolo Savona come ministro dell'Economia, avanzata dal governo formato dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega e guidato da Giuseppe Conte. Lo scontro politico era stato durissimo ed era divampato anche sui social, dove tante persone si erano lasciate andare a commenti davvero violenti ed irrispettosi, anche tirando in ballo l'omicidio per mano mafiosa del fratello del presidente, Piersanti Mattarella.

L'odiatrice bologneseEliodora Elvira Zanrosso, di 69 anni, su Facebook aveva scritto: "Ti hanno ammazzato il fratello, non ti basta?", rivolgendosi al presidente della Repubblica. La mafia uccise il fratello Piersanti nel 1980, durante il mandato di presidente della Regione Sicilia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e minacce contro Mattarella, c'è anche una bolognese tra i 9 haters

BolognaToday è in caricamento