menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Troppi tubi rotti e disagi ai cittadini": il Comune richiama Hera

Ma la multiservizi assicura: "Rotture diminuite negli anni, al lavoro per abbassare la pressione"

Troppe rotture dei tubi dell'acqua a Bologna e soprattutto troppi disagi per i cittadini. Per questo il Comune richiama la multiutility a migliorare gli interventi in maniera da ridurre il numero di questi eventi e l'impatto sui residenti. L'assessore Alberto Aitini ne ha parlato con l'azienda nelle scorse settimane, ben prima che la rottura di un tubo in zona Sant'Orsola creasse disagi allo stesso ospedale.

Punto di partenza: secondo il Comune le rotture sulla rete idrica sono "eccessive". Hera ha comunque fatto notare un calo, dalle 470 del 2017 alle 349 del 2018 e ancora un -8% quest'anno rispetto a quello scorso. È stata coinvolta anche l'Università per studiare il problema che è risultato essere anagrafico.

"Sull'età delle condotte, Hera deve intervenire con investimenti maggiori", avvisa Aitini, rispondendo oggi al question time a Marco Piazza (M5s). Ma il gruppo di lavoro di Hera e Comune sul tema ha scoperto un'altra traccia su come ridurre le rotture. "La pressione dell'acqua nelle nostre reti è particolarmente forte e si stima che un abbassamento di un bar, un bar e mezzo, rispetto alla pressione attuale, possa far diminuire dal 30 al 50% le rotture, e quindi sicuramente è un tema interessante che il gruppo di lavoro sta iniziando ad affrontare". Ma si pensa di intervenire anche nella gestione delle emergenze causate da questi eventi piuttosto frequenti. (Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento