rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

Palazzo D'Accursio, l'odg sul tema migranti: "Chiudere il Centro Mattei"

Il documento è stato presentato oggi in Consiglio dal capogruppo del Pd, Michele Campaniello

La maggioranza che guida il Comune di Bologna invoca una "veloce chiusura" del centro Mattei, al pari degli altri grandi centri di accoglienza, favorendo una loro "riconversione". Va in questa direzione, infatti, un ordine del giorno firmato in massa dalle consigliere e dai consiglieri di tutta la maggioranza.

Il documento, riporta l'agenzia Dire, è stato presentato oggi in Consiglio dal capogruppo del Pd, Michele Campaniello. "Le problematiche sorte e note a tutti sulla vivibilità di quel luogo impongono una riflessione e un ripensamento", afferma in aula Campaniello, sottolineando la necessità che la struttura di via Mattei "venga ormai definitivamente superata e si investa a livello nazionale su un sistema di accoglienza diffuso che favorisca l'inserimento delle persone che vivono nelle nostre città, anche perché mi piacerebbe si cominciasse a parlare non di cittadini migranti ma di cittadini, cioè portatori di diritti e interessi soggettivi a cui tutti dobbiamo dare risposta in termini pragmatici".

Nel dispositivo, dunque, l'odg invita il sindaco Matteo Lepore e la Giunta "ad avviare con la Prefettura un percorso trasparente e aperto alle realtà che si occupano di accoglienza e alle comunità migranti presenti sul territorio per arrivare in tempi brevi al definitivo superamento del grande centro di accoglienza collettivo di via Mattei, concordando tempistiche adeguate che permettano l'inserimento dei migranti attualmente presenti presso il centro in progetti di accoglienza diffusa basati sul modello Sai".

Contestualmente, la maggioranza chiede alla Giunta di "perseguire l'obiettivo di promuovere una cultura dell'accoglienza che coinvolga l'intero territorio anche attraverso nuove forme di accoglienza diffusa e famigliare". L'odg, inoltre, chiede di "sanare tutte le situazioni di accoglienza non adeguata alla dignità dei migranti" in città. 

Nell'odg si chiede anche di "affrontare in tutte le sedi opportune la necessità di una revisione organica della normativa nazionale in tema di migrazioni, a partire dalla Bossi-Fini". La maggioranza, poi, si esprime anche sul tema dell'esclusione dall'accoglienza dei migranti con reddito superiore a 5.900 euro, che porta con sé anche le richieste di rimborso delle spese pregresse.

"Nulla quaestio sul provvedimento che il prefetto si è visto costretto ad emanare", afferma Campaniello, "perché non si può chiedere a un'istituzione di andare contro la legge, però è sicuro che questa legge debba essere rivista". L'odg, quindi, chiede di superare la normativa, anche alla luce di una sentenza del Tar della Toscana, "raccogliendo nel contempo la disponibilità del prefetto a dialogare sul come gestire le richieste di restituire le somme pregresse".

Dalla maggioranza, in apertura della seduta del Consiglio, interviene anche Detjon Begaj (Coalizione civica) per esprimere solidarietà ai migranti che stanno ricevendo le richieste di rimborso e per sottolineare la necessità di trovare una via per "disapplicare questa norma in attesa e nella speranza che il Parlamento intervenga". L'odg è stato ammesso ai lavori di oggi. Fdi si è espressa invece per il rinvio in commissione, "non rilevando allo stato attuale elementi di urgenza", ha affermato il capogruppo Francesco Sassone.

Sabato intanto su questi temi scenderanno in piazza i richiedenti asilo, con un presidio convocato dal Coordinamento migranti davanti alla Prefettura per chiedere che "i grandi centri vengano chiusi", che le lettere di rimborso "siano immediatamente cancellate – si legge in un comunicato stampa – e che i richiedenti asilo che lo vogliano possano rientrare nei sistemi comunali di accoglienza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo D'Accursio, l'odg sul tema migranti: "Chiudere il Centro Mattei"

BolognaToday è in caricamento