Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Centro Storico / Via Albiroli, 1

Stabile della Curia occupato in via Albiroli: "Chiedono l'abbandono, hanno rotto gli accordi"

Nessun dialogo con la proprietà se lo stabile non viene liberato, così sono entrati negli uffici: 'Striscione e cartelli per chiedere un incontro. L'Arcivescovo di Milano affermato che ci sono troppe case senza gente e troppa gente senza casa'

Foto Idra

A poco meno di una settimana dallo sgombero dello stabile occupato in via San Vitale, i collettivi, riuniti sotto la sigla 'Idra - abitazioni contro la crisi" erano entrati il 5 dicembre in un immobile di proprietà della Curia, al civico 1 di via Albiroli. Abbandonato da tre anni, era diventata un rifugio per tossicodipendenti, tanto che all'interno erano stati trovati (e documentati) siringhe, lacci emostatici, stagnole.

"Dopo diversi nostri tentativi (nulli) di entrare in comunicazione negli ultimi dieci giorni, ci siamo presentati con striscione e cartelli per chiedere un incontro e un momento di dialogo", ha scritto Idra ieri in una nota "la proprietà (in quel momento assente) ci comunica tramite la segreteria la disponibilità ad un incontro fissato per l'indomani alle 12 presso l'istituto di via Dante".

Ieri pomeriggio, il collettivo ha ricevuto "un'insolita chiamata di Don Marco, presentatosi come portavoce dell'Istituto Diocesano per il sostentamento del clero". In sostanza il messagio era chiaro, nessun dialogo senza l'abbandono dell'immobile: "Don Marco ha rotto gli accordi presi in mattinata e ha affermato che domani si presenterà alle 12 non all’istituto bensì in via Albiroli, accompagnato dai legali, per chiedere l'abbandono dello stabile. A questa provocazione rispondiamo che siamo pronti e disponibili ad un dialogo reale, a partire dal riconoscimento dell’esigenza di avere abitazioni contro la crisi espressa dai soggetti che ne sono più duramente colpiti, giovani, precari, famiglie e lavoratori impoveriti. Lo stesso Arcivescovo di Milano ha di recente affermato che ci sono troppe case senza gente e troppa gente senza casa. La Curia di Bologna vuole invece contribuire a tenere la gente senza casa e le case piene di degrado e siringhe?"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabile della Curia occupato in via Albiroli: "Chiedono l'abbandono, hanno rotto gli accordi"

BolognaToday è in caricamento