Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

La vita di 'Igor' in isolamento: legge la bibbia e rifiuta l'ora d'aria

Il killer di Budrio e Portomaggiore passerebbe le sue giornate chiuso dentro la sua cella

Ha molto appetito, legge la bibbia, non esce mai e non ha ancora richiesto telefonate. E' la vita di Norbert 'Igor' Feher dietro le sbarre del carcere di Zuera, secondo quanto riportato dal quotidiano Heraldo de Aragon.

Il killer di Budrio e Portomaggiore, catturato in Spagna dopo mesi di latitanza, occupa una cella del reparto di isolamento della casa cirondariale a una ventina di chilometri da Saragozza. Tre pasti al giorno, bagno, la possibilità di affittare una televisione e chiedere libri, Feher però si starebbe negando quasi tutto: fino ad ora non ha chiesto né di fare telefonate né di uscire per le due ore di passeggiata nel cortile del penitenziario. Unica sua richiesta una Bibbia. Al minimo i contatti con altri detenuti e il personale del carcere: la cella di Feher viene perquisita ogni giorno. Nello stesso braccio sono detenute altre 23 persone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vita di 'Igor' in isolamento: legge la bibbia e rifiuta l'ora d'aria

BolognaToday è in caricamento