Cronaca

Igor, lettere dal carcere: 'Potrei uccidere ancora, ma mai fatto male a una donna'

In una lettera indirizzata al Corriere di Bologna Norbert Feher spiega come non abbia particolari irmpianti, se non quello di essere accusato di violenza contro una donna

Igor scrive dalla Spagna, per difendersi. Non una professione di innocenza in toto ma solo su un punto: quella violenza sessuale contestatagli in Serbia e risalente al 2007.

Norbert Feher, il 'killer di Budrio', risponde con due lettere indirizzate al Corriere di Bologna e spiega, trale altre cose, che "potrei far fuori altri 50 uomini anche armati però non potrei far male a una donna, è una bugia". Feher intanto rimane nel carcere di Zuera, nella regione di Saragozza, e sta affrontando il processo per l'omicidio di tre spagnoli, compiuti giorni prima del suo arresto. Davanti ai giudici italiani, probablimente in videoconferenza, 'Igor il russo' dovrebbe arrivare in ottobre, dove lo attendono undici capi di imputazione tra cui due omicidi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor, lettere dal carcere: 'Potrei uccidere ancora, ma mai fatto male a una donna'

BolognaToday è in caricamento