Cronaca

Processo a Igor: udienza alle porte, ma i giudici spagnoli non rispondono

Ancora inevasa la richiesta della Procura di sentire Igor in videoconferenza, ma via Garibaldi resta fiduciosa

Sono tre le date dell'udienza fissate davanti al Gup per il capitolo italiano della vicenda di Norbert 'Igor' Feher, ma, per ora, a poche settimane dalla scadenza, nessuna risposta da parte dele autorità spagnole su una sua possibile partecipazione all'udienza. 

Lo ha ricordato il procuratore Capo Amato, sollecitato da una domanda dei cronisti durante l'incontro per il bilancio a due anni dall'incarico a Bologna. Amato ha fatto però sapere che la risposta potrebbe arrivare in tempi compatibili con l'agenda fissata nel tribunale italiano.  Il 41enne sospettato pluriomicida per i delitti di Budrio e Portomaggiore è in carcere dove è attualmente detenuto, a Zuera, in provincia di Saragozza, in seguito al suo arresto avvenuto in terra iberica nel dicembre scorso.

A presiedere l'udienza sarà il gup del Tribunale di Bologna Alberto Ziroldi: la Procura di Bologna ha chiesto per lui il processo in base a undici capi di imputazione. Il gup dovrà decidere sul rinvio a giudizio del serbo, fortemente indiziato per i delitto Fabbri della riccardina di Budrio e del conflitto a fuoco che ha portato alla morta della guardia ecologica Valerio Verri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo a Igor: udienza alle porte, ma i giudici spagnoli non rispondono

BolognaToday è in caricamento