rotate-mobile

Ilip, presidio Si Cobas in Comune: "80 ricollocamenti? Non c'è nessun accordo" | VIDEO

In programma oggi un incontro con le Istituzioni

"Nessun accordo firmato", nonostante i proclami dei giorni scorsi, e il futuro di 80 lavoratori ancora incerto.

Per questo i Si Cobas ieri sono scesi in piazza, per richiamare l'attenzione sulla vertenza della cooperativa Cfp, che svolge servizi di facchinaggio in magazzino per conto di Ilip, colosso delle posate in plastica monouso con sede a Bazzano, nel Comune di Valsamoggia, dopo l'annuncio di quest'ultima di rescindere il contratto a causa dei picchetti sindacali in azienda.

Il sindacato di base infatti protesta davanti al Comune, chiedendo e ottenendo un incontro con l'assessore Daniele Ara. "Siamo venuti qua perché crediamo che una vicenda come questa interessi le Istituzioni e, visto che ci sono degli organi appositi che tutelano in caso di crisi situazioni come quelle dei lavoratori, crediamo debba esserci una risposta da parte del Comune", spiega la sindacalista Eleonora Bortolato.

"Ara, che era l'unico presente, si è fatto portavoce con il tavolo di salvaguardia con il sindaco per convocare un incontro su questa vertenza. Quindi domani (oggi ndr) noi avremo questo incontro e poi capiremo quello che succede".

Intanto, Cfp durante un incontro in prefettura lunedì "ha affermato che avrebbe provato a ricollocare questi lavoratori. Non c'è nessun accordo firmato - sottolinea Bortolato - è evidente che 80 posti di lavoro non si trovano dall'oggi al domani, non hanno nessuna cassa integrazione, le ferie le hanno praticamente quasi tutti consumate".

Per questo "siamo molto preoccupati per questa situazione che non vediamo essersi affatto risolta. Ci auguriamo che ci sia su questo un interessamento". Il rischio principale, confessa l'esponente Si Cobas, è che un caso del genere possa fungere da 'cattivo esempio' e riproporsi anche in seguito con altre aziende.

"Quello che maggiormente ci preoccupa è poi il fatto che questa vicenda possa far scuola. Cioè il fatto che di fronte a delle rivendicazioni dei lavoratori possa essere cessato un appalto e mandati fuori i lavoratori nonostante le attività siano internalizzati: si tiene il lavoro e si buttano fuori i lavoratori. Se passa questa cosa, nell'ambito di un settore che è quello della logistica, dove ci sono solo cooperative in appalto, il più delle volte senza scrupoli, è un precedente che si crea molto, molto pericoloso", conclude Bortolato. (Dire)

Blocco cancelli all'Ilip di Bazzano. Si Cobas: "Licenziati 80 lavoratori"

Si parla di

Video popolari

Ilip, presidio Si Cobas in Comune: "80 ricollocamenti? Non c'è nessun accordo" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento