rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca San Lazzaro di Savena

Imbrattamenti No Vax all'hub vaccinale. Partita denuncia, l'infermiera: "Sfregio a 2 anni di sacrifici di tutti noi”

Così la sanitaria con le lacrime agli occhi. Intanto l'Ausl decide di andare fino in fondo. E' caccia ai responsabili. Sdegno dalla sindaca Conti: "Atto vs la storia e il tempo. La superstizione si sconfigge solo con la scienza e, in questo caso, con i numeri"

No. Non ci si gira dall'altra parte questa volta difronte all'ennesimo atto vandalico, di spregio, da parte della 'matrice non vax'. Stavolta si va fino infono si cercano i responsabili. Così dopo le scritte anti vaccino vergate di rosso ieri sulla segnaletica all'hub della Cicogna a San Lazzaro Di Savena, parte la denuncia da parte dell'Ausl felsinea, che spiega in una nota di averlo fatto "affinché si proceda, attraverso le indagini del caso, ad individuare gli artefici dell'accaduto".  

L'infermiera, rabbia e commozione

Intanto  l'attacco   ha sicuramente colpito molto chi lavora in prima linea da mesi contro il coronavirus. “È uno sfregio a due anni di sacrifici di tutti noi”. Queste sono state le parole di una infermiera in forze all'hub di Sqan Lazzaro, accogliendo con gli occhi lucidi la sindaca di San Lazaro, Isabella Conti, recatasi ieri sul posto appresa la notizia dell'atto di spregio.

Scritte No vax sul muro dell'asilo nido. Lepore: "Gesto vile, autrice colta sul fatto e denunciata" [

"Atto anacronistico"

"E' proprio così - ha tenuto a sottolineare con veemenza la prima cittadina - sono due anni di sacrifici e di fatiche inenarrabili per il personale sanitario in prima linea, per i cittadini, per tutti noi.  Sono sforzi che non possiamo permetterci di vanificare. 
La superstizione si sconfigge solo con la scienza e, in questo caso, con i numeri: i vaccini stanno permettendo ai nostri ragazzi di andare a scuola, alle nostre attività di restare aperte, ai nostri ospedali di non essere congestionati, ai nostri cittadini di sopravvivere in caso di nuovo contagio". 

"L’atto vile e intimidatorio che  ha imbrattato e vandalizzato la sede vaccinale del nostro territorio non è soltanto un affronto agli infermieri, ai medici e a tutti i cittadini che responsabilmente si adoperano ogni giorno per fare la loro parte: è un atto contro la Storia e contro il Tempo, antistorico e anacronistico", ha chiosato Conti, mandando al 'no vax' un messaggio più che eplicito. 

Scritte No Vax a Imola: al vaglio le immagini delle telecamere 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbrattamenti No Vax all'hub vaccinale. Partita denuncia, l'infermiera: "Sfregio a 2 anni di sacrifici di tutti noi”

BolognaToday è in caricamento