Imola: "Ho commesso un omicidio": 27enne paga caro lo scherzetto di Halloween

Quando i Carabinieri sono arrivati lo hanno trovato letteralmente "piegato in due dalle risate"

“Ho commesso un omicidio” si è sentito dire l'operatore della centrale operativa del 112, la notte tra sabato 31 ottobre e il 1° novembre, quella di “Halloween”. 

Immediatamente una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile ha raggiunto l'indirizzo indicato in via Emilia a Imola, dove sarebbe avvenuto il presunto assassinio: su una panchina lungo la strada, i militari hanno trovato un 27enne italiano letteralmente "piegato in due dalle risate". In pratica, per celebrare Halloween, aveva fatto uno "scherzetto" ai Carabinieri. 

Il giovane ha smesso di ridere poco, dopo, quando è stato denunciato per procurato allarme presso l’autorità, art. 658 del Codice penale: “Chiunque, annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l’Autorità, o presso enti o persone che esercitano un pubblico servizio, è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda da euro 10 a euro 516”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento