Lite in casa per il cibo: carabinieri portano loro le pizze, offerte dal commerciante

E' successo a Imola, dove la discussione tra due residenti in una casa popolare hanno richiamato l'attenzione dei vicini

"Non ce la faccio più, ho fame e la dispensa è vuota”. Sono le parole arrivate ieri sera al 112 di Imola: una signora di mezza aveva chiamato i carabinieri, al termine di una lite domestica, per questioni riconducibili al perdurare dell'emergenza coronavirus.

I militari sono quindi arrivati nella casa popolare, che la donna condivide con un’amica. Secondo quanto ricostruito dal personale dell'Arma, la convivenza forzata e la paura di restare senza cibo avevano innescato una lite domestica, le cui urla avevano richiamato l’attenzione di altri cittadini residenti in zona.

Dopo aver preso atto della situazione, i militari hanno tranquillizzato le due donne e sono andati a prenderle tre pizze margherite da asporto, gentilmente concesse da un pizzaiolo di zona che, informato della situazione, ha deciso di aiutare le due signore. Come ogni volta in caso di situazioni simili, i Carabinieri hanno informato i servizi sociali dell'accaduto.

Nei giorni scorsi, un episodio simile si era verificato a Vergato, dove era stata una adolescente a chiedere aiuto al 112 per via di una difficile situazione all'interno delle mura domestiche, legata alla mancanza di cibo e a difficoltà economiche della famiglia.

Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 8 aprile: altri 54 decessi. "Cordoglio per morte operatrice di una residenza anziani, aveva 36 anni"

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 8 aprile: i dati comune per comune

Mascherine gratis ai cittadini, c'è chi parte con la consegna porta a porta

Coronavirus, il Comune di Bologna eroga i primi buoni spesa, ecco dove si possono utilizzare

Coronavirus, 320 milioni per l'emergenza: "Bonus di 1000 euro a tutti i sanitari"

Coronavirus, a Bologna e provincia più controlli per Pasqua: "Anche con elicotteri"

Coronavirus, dalla Regione bando per medici e infermieri all'estero

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento