menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imola, insulti omofobi al professore e all'amico: 'Frasi offensive e scritte volgari'

E' accaduto in un liceo e a denunciare l'episodio è stato un amico dell'insegnante, anch'egli vittima di attacchi

Professore insultato da quattro suoi alunni perché gay. E' accaduto in un liceo imolese e a denunciare l'episodio è stato un amico dell'insegnante, anch'egli vittima di attacchi omofobi, in una lettera pubblicata dal sito Gaynews.it, testata diretta da Franco Grillini.

"Totale silenzio di genitori e di dirigenti scolastici" si legge nella missiva "un prof è stato ripetutamente offeso verbalmente e per iscritto da quattro alunni perché gay. Vari attacchi di stampo omofobo da parte di quattro alunni: frasi offensive e scritte volgari alla lavagna con espliciti riferimenti non solo alla sua omosessualità ma anche alla mia. E, questo, per il solo fatto che siamo amici e spesso usciamo insieme".

'Nessuna solidarietà'

Il vicepreside della scuola avrebbe adottato i provvedimenti al riguardo di questi alunni "suscitando così le lamentele dei genitori, che non si sono mai preoccupati di chiedere scusa all’insegnante dei loro figli né tantomeno al sottoscritto. In più la dirigente scolastica non ha fatto neppure una telefonata al mio amico per esprimergli solidarietà né si è presentata ai collegi straordinari dei docenti per l’adozione di provvedimenti disciplinari nei confronti dei quattro alunni. Anzi, è arrivata a cancellare dal registro elettronico le note che facevano riferimento a questi gravi atti", continua "questa storia mette in luce il livello palesemente omofobico della società e della scuola imolese. Sono sconcertato per la censura e il totale silenzio della dirigente in merito a questi fatti di omofobia, che mi riguardano in prima persona visto che nella sua scuola sono stato diffamato verbalmente e per iscritto". 

L'autore della lettera annuncia una querela per diffamazione nei riguardi dei quattro alunni, come avrebbe fatto anche l'insegnante. 

"Voglio far sentire la mia vicinanza all’insegnante che è stato vittima di insulti in una scuola della nostra città per via della sua omosessualità - ha scritto in una nota la candidata sindaca della coalizione di centro-sinistra a Imola Carmen Cappello "in Italia i pregiudizi e l’odio nei confronti delle persone omosessuali fanno 50 vittime ogni giorno. Invito tutti coloro che sono vittime di questi episodi a non arrendersi e denunciare alle autorità quanto subiscono - continua - Le istituzioni devono sostenere la vittima di questo episodio, che denunciando pubblicamente l’accaduto ci dà la forza di mettere in atto azioni concrete e immediate perché la scuola non sia luogo di contrasti e divisioni, ma di educazione al rispetto degli altri e crescita umana dei nostri giovani".

"E' la dimostrazione di come l'Emilia-Romagna abbia urgentemente bisogno di una legge contro l'omotransfobia", scrivono in una nota la capogruppo M5s in Regione Silvia Piccinini e la candidata sindaca dei 5 stelle Manuela Sangiorgi. "Episodi di questo genere, per di piu' accaduti all'interno di una scuola, non possono essere tollerati, o peggio, messi sotto silenzio anche da chi avrebbe il dovere di fermarli e denunciarli"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento