Cronaca Via Selice

1° Maggio: Imola intitola una rotonda ai lavoratori licenziati ingiustamente

La rotatoria tra le vie Selice, della Resistenza e Galvani a Imola sarà intitolata ai "lavoratori ingiustamente licenziati"

Sarà intitolata ai “Lavoratori ingiustamente licenziati” la rotatoria a Imola, tra le vie Selice, della Resistenza e Galvani. La cerimonia avverrà in loco mercoledì 1° maggio alle 9, nona caso la Festa dei Lavoratori. Un'apposita delibera di Giunta, la n. 115 del 12/04/2011, specifica: "Per ricordare tutti i lavoratori licenziati per rappresaglia politica, per motivi religiosi, per motivi sindacali o comunque per ricordare tutti i lavoratori licenziati in violazione di diritti fondamentali".
 

La prima richiesta di individuare un luogo cittadino da intitolare a chi, a causa delle proprie idee, ha perduto il proprio posto di lavoro, risale al 2006 e porta la firma dell’Associazione Nazionale Licenziati per rappresaglia politico-sindacale-religiosa della Provincia di Bologna. Nella lettera, inviata all’Amministrazione comunale nel settembre di quell’anno, si faceva riferimento alle battaglie condotte dai lavoratori negli anni ’50 e ’60 del secolo scorso per ottenere l’attuazione dei diritti costituzionali nei luoghi di lavoro, ad esempio sicurezza, tutele da infortuni e malattie, diritto sindacale di riunione e libera stampa tra i lavoratori. Per questo, spiegava la lettera, “venivamo bastonati, uccisi, incarcerati e processati o licenziati”. Anche a Imola avvennero episodi di tal genere, basti ricordare il caso Cogne, nel 1953, quando 150 operai e 12 impiegati vennero licenziati per rappresaglia politica. 
La richiesta (oggetto anche di solleciti successivi da parte anche della Cgil di Imola) è stata sottoposta in questi anni alla valutazione della Commissione Toponomastica del Comune di Imola la quale ha dato il proprio via libera, proponendo l’intitolazione poi confermata dalla Giunta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

1° Maggio: Imola intitola una rotonda ai lavoratori licenziati ingiustamente

BolognaToday è in caricamento