A Imola telecamere anti-spaccio in sei scuole

Al ministero dell'Interno metà degli oneri. L'elenco degli istituti monitorati

Telecamere per videosorvegliare le aree vicine agli istituti scolastici della città e contrastare lo spaccio di stupefacenti. Entro la fine dell'anno, a Imola saranno installate delle telecamere per controllare ciò che accade nei dintorni delle scuole e della sede dell'Università, soprattutto per prevenire il fenomeno dello spaccio.

Il progetto, dal valore di circa 69.400 euro rientra nella più ampia iniziativa 'Scuole sicure', promossa dal ministero dell'Interno, che stanzierà a Imola circa la metà dei fondi (36.400 euro). I rimanenti 33.000 euro sono finanziati con un contributo erogato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.

Gli istituti monitorati saranno la sede locale dell'Università di Bologna, in via Garibaldi; l'istituto superiore professionale F. Alberghetti (via Cenni); la scuola elementare Marconi e l'Orsini (via Vivaldi), e i due licei di Scienze applicate, in via San Benedetto e quello delle Scienze Umane 'Alessandro da Imola', in via Manfredi.

L'impianto è progettato "secondo i principi del programma di qualificazione e rafforzamento delle attività di prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici", spiega il Comune, informando che le telecamere saranno collegate alle postazioni dei Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e Vigili della città. "Per noi la sicurezza urbana è un bene pubblico che vogliamo tutelare per migliorare sempre più le condizioni di vivibilità della nostra città, la convivenza civile e la coesione sociale", dice il sindaco di Imola, Marco Panieri. (Saf/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento