Cronaca

Imola, vino 'sospetto' scoperto dalla Finanza: scatta maxi multa da quasi 2 milioni

Sequestrati due milioni di litri di dubbia provenienza, avrebbero potuto fruttare quasi 750mila euro

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna e i funzionari dell’Ispettorato Repressione Frodi del Ministero delle Politiche Agricole, nel corso di un’attività di verifica congiunta condotta presso lo stabilimento di una casa vinicola operante in Imola, hanno sottoposto a sequestro amministrativo circa 20.000 ettolitri, tra vino rosso e rosato, già pronti per essere imbottigliati e destinati alla vendita al dettaglio, la cui presenza in cantina non trovava giustificazione nella contabilità aziendale superando in quantità largamente superiori le eccedenze consentite.

Oltre al sequestro del vino, il cui valore commerciale ammonta a circa 750mila euro, le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria e gli ispettori ministeriali hanno applicato una sanzione amministrativa di circa 1 milione e 800mila euro prevista dal “Testo Unico del vino”, finalizzata a salvaguardare un settore ad altissimo rischio di frodi. A tal fine verranno sviluppati specifici controlli per verificare la provenienza delle eccedenze riscontrate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imola, vino 'sospetto' scoperto dalla Finanza: scatta maxi multa da quasi 2 milioni

BolognaToday è in caricamento