Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Via della Stazione

Incendio stazione S.Viola, aperta inchiesta: ipotesi di disastro ferroviario, 4 perquisiti

Sono 4 le perquisizioni portate avanti dalla Polizia. Campagna ''anarchica'' vs Tav considerata dagli inquirenti un dato oggettivo: procura ipotizza nell'inchiesta i reati di disastro ferroviario, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento

Sono quattro le perquisizioni portate avanti dalla Polizia a Bologna dopo l'incendio della notte scorsa alla stazione di Santa Viola. Sono state setacciate le abitazioni di esponenti considerati appartenenti all'area anarco-insurrezionalista locale. Fitto riserbo sui dettagli, anche se in città le sigle storicamente riconducibili a quell'area sono quelle dell'ex circolo "Fuoriluogo" e dell' "Aula C" di Scienze politiche.

La Procura ipotizza nell'inchiesta appena aperta i reati di disastro ferroviario causato da danneggiamento, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento seguito da incendio. Quel che è certo è che la Polizia continua a lavorare senza sosta sull'incendio doloso di Santa Viola (si pensa a due-tre soggetti in azione, anche se non si esclude un gesto solitario) verificando analogie con gli altri recenti atti di sabotaggio ferroviario.

La campagna ''anarchica'' in atto non solo a Bologna contro i simboli Tav, in ogni caso, viene considerata dagli inquirenti un dato oggettivo. Tuttavia, non si tralascia alcun dettaglio. Un esempio è quello delle scritte apparse a Santa Viola: in particolare, le ''tag'' dei writer vengono considerate per quello che sono, ma anche la scritta nera con la saetta non è considerata rilevante. Diverso il caso della scritta verde "No Tav": in questo caso si sta cercando di capire quanto e se sia fresca la vernice.

(agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio stazione S.Viola, aperta inchiesta: ipotesi di disastro ferroviario, 4 perquisiti

BolognaToday è in caricamento