Incendio alla Magneti Marelli di Crevalcore, intossicato un operaio: "Serie preoccupazioni sulla sicurezza'

A lanciare l'allerta, dopo il rogo divampato all'interno del reparto fonderia, è Fim Cisl: dichiarato il fermo produttivo per la giornata

Magneti Marelli, il nuovo edificio costruito dopo il sisma (foto sito M.MARELLI)

Questa mattina, intorno alle ore 9.30, si è verificato un incendio all'interno del reparto fonderia della Magneti Marelli di Crevalcore. A causa delle fiamme - che si sarebbero propagate da un macchinario - si è sviluppato un fumo denso ed un lavoratore dello staff di emergenza è rimasto intossicato. Così riferisce  Fim Cisl Area metropolitana bolognese, che non nasconde le proprie preoccupazioni circa l'accaduto.

“A seguito dell’incidente- ha fatto sapere Marino Mazzini, segretario generale della Fim Cisl Area metropolitana bolognese - è stato immediatamente dichiarato il fermo produttivo a partire dalle ore 10 del primo turno (4 ore) e per tutte le otto ore del secondo turno".

Il provvedimento perchè "siamo seriamente preoccupati per la sicurezza - spiega il sindacato -  poiché l’incidente si è verificato in un reparto ad alto rischio e anche alla luce della comunicazione dell’azienda della diminuzione (da 67 a 30 minuti) delle pause di riposo".
La Rsa Fim Cisl, alla luce dei fatti, ha già richiesto la convocazione di un tavolo con l’azienda per "un’immediata valutazione del rischio,  per conoscere i dettagli dell’incidente  e verificare la corretta messa in sicurezza dell’impianto”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

Torna su
BolognaToday è in caricamento